menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il negozio dei poveri resta senza viveri dopo boom di richieste: parte nuova colletta Caritas

Sono aumentate le richieste di aiuti alimentari da parte di famiglie che hanno perso il lavoro a causa del perdurare della crisi. Per tutte loro le imminenti festività natalizie saranno vissute in un clima di non poca preoccupazione e sofferenza

Sempre più famiglie hanno bisogno per mangiare di ricevere il sostegno della Caritas attraverso l'emporio della solidarietà, un negozio vero e proprio a cui si può accedere con una tessera per fare spesa di beni di prima necessità ovviamente in forma gratuita. In poco meno di tre mesi dalla sua apertura sono state distribuite 250 tessere di accesso (più 40 baby card), quando ne erano state previste 90. 

Sono aumentate le richieste di aiuti alimentari da parte di famiglie che hanno perso il lavoro a causa del perdurare della crisi. Per tutte loro le imminenti festività natalizie saranno vissute in un clima di non poca preoccupazione e sofferenza. Ma, nel contempo, sempre all’“Emporio della Solidarietà” non si fanno attendere i gesti di generosità da parte di associazioni ed organizzazioni impegnate nel sociale e di realtà produttive, che donano generi di prima necessità. 

Significativa è anche l’offerta di materiale scolastico da parte di bambini e ragazzi per le famiglie che non possono acquistarlo. C’è la crisi, ma c’è anche tanta solidarietà, che è colta come segno di speranza, quella speranza alimentata spesso dalla fede e dalla carità. Per questo la Caritas diocesana di Perugia dedica l’Avvento di Fraternità 2014 a quanti si trovano in difficoltà promuovendo la raccolta di offerte in denaro e di beni di prima necessità, che si terrà in tutte le 155 Parrocchie dell’Archidiocesi nella Terza domenica d’Avvento, il 14 dicembre, ma che durerà per tutto il periodo delle festività natalizie.

Quest’iniziativa rientra anche nello spirito della campagna “Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro”, lanciata dalla Caritas Internationalis e fortemente sostenuta da papa Francesco. A tal proposito non è un caso che il Santo Padre abbia ricordato la parabola della moltiplicazione dei pani e dei pesci, che «ci insegna proprio questo – ha commentato papa Francesco –: se c’è volontà, quello che abbiamo non finisce, anzi ne avanza e non va perso. Perciò, cari fratelli e care sorelle, vi invito a fare posto nel vostro cuore a questa urgenza, rispettando questo diritto dato da Dio a tutti di poter avere accesso ad una alimentazione adeguata».

«La raccolta di Avvento – ricorda il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti – è un’occasione per vivere il Tempo di attesa mettendoci in cammino con le nostre comunità parrocchiali verso il Natale, perché anche oggi possiamo accogliere Gesù che nasce tra noi nei più piccoli, poveri, emarginati. Il duro momento affrontato da tante nostre famiglie ci chiede di essere testimoni generosi di quell’amore che il Padre ha avuto per noi donandoci suo Figlio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento