menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il rettore Moriconi impallina le Cassandre del "flop iscrizioni": "Boom di matricole per Unipg, bene Giurisprudenza"

Doveva essere un rettore "anziano e stanco" ed ha invece con forza e lungimiranza riportato il segno più sulle iscrizioni. Doveva essere il rettore "conservatore-fascista" ed ha dato più servizi ai ragazzi, pià aule studio in città ed suddiviso la tassa in più rate...

Le matricole iscritte all’Università degli Studi di Perugia, ad inizio dell’Anno Accademico 2016 -2017, sono 6.421 rispetto alle 4.591 dello scorso anno, con un incremento boom di 1.830 studenti, il che vuol dire un aumento del 39,9 per cento. I fuori sede oggi sono il 42,2 % del totale, rispetto al 31,7% dell’anno accademico 2015-2016. Significativo il risultato dei nuovi studenti iscritti umbri che sono 3.706 (57,8% rispetto al totale delle matricole), in confronto a 3.254 di un anno fa (erano il 68,3 % del totale).

“Per spiegare l’attuale boom – ha detto il Rettore Moriconi – possiamo ricordare che la nostra Università è da tre anni, ininterrotti, al primo posto nella classifica nazionale Censis relativa ai Grandi Atenei italiani. Un simile risultato è frutto del lavoro corale realizzato dai miei delegati. Molti, infatti, sono i fattori che hanno concorso a determinare l’incremento di matricole: la copertura totale da parte dell’Adisu delle borse di studio, le iniziative di Orientamento coordinate e gestite dalla professoressa Martellotti, la didattica di alta qualità, le agevolazioni sulle tasse universitarie, accanto alla didattica,  il libero accesso a corsi in precedenza a numero ‘chiuso’. 

"Ma hanno senz’altro concorso i tanti nuovi servizi – ha continuato Moriconi - fra cui le aule studio disseminate nei centri storici - che garantiamo ai nostri studenti, sia a Perugia che nelle sedi distaccate, a cominciare dal polo di Terni, servizi che sono un esempio per tanti altri Atenei italiani che a loro riguardo ci chiedono indicazioni e suggerimenti. Anche i proficui rapporti di collaborazione con l’Adisu e con gli enti territoriali, a cominciare dal Comune di Perugia e dalla Regione Umbria, hanno aiutato a riavvicinare allo Studium gli studenti umbri, così come la presenza dell’Ateneo di Perugia in molti Saloni di orientamento in varie parti d’Italia spiegano il ritorno di studenti da fuori regione, anche con nuove provenienze". 

I nuovi iscritti di fuori regione provengono da: Sicilia (352), Toscana (357), Veneto (66), Lombardia (51), Piemonte (19), Puglia (293) Marche (250), Lazio (450), Campania (208) e Calabria (274). Il professor Moriconi ha anche evidenziato il dato proveniente dal Dipartimento di Giurisprudenza, che fa registrare un incremento di matricole del 22,5 % a dispetto di notizie di segno contrario circolate nei giorni scorsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento