Economia

Brunello Cucinelli più forte della crisi: in sei mesi 313,7 milioni di euro di ricavi netti

L'imprenditore umbro della moda: "Ci attendiamo un’ottima crescita delle vendite per l’intero 2021, nell’intorno del +20% rispetto al 2020, con un altrettanto positivo ed equilibrato aumento per l’anno 2022 intorno al +10%"

Brunello Cucinelli più forte della crisi dovuta all'emergenza coronavirus, che lo ha visto scendere in campo in prima linea in Umbria con la realizzazione di un hub vaccinale a sue spese ai piedi della 'sua' Solomeo. Sono pari a 313,7 milioni di euro infatti i ricavi netti della sua azienda, eccellenza umbra nel campo della moda, con una crescita +7,7% a cambi correnti rispetto al 30 giugno 2019 (+10,0% a cambi costanti).

Coronavirus, vaccino e cena da Cucinelli: "Dosi fino a mezzanotte, pizza per chi verrà"

Ottima - secondo l'esame dei ricavi netti preliminari del primo semestre 2021 effettuato dal Cda - la crescita in Asia (+19,7%) e importante l'incremento in Europa (+9,2%) e in America (+5,1%), mentre si registra un calo contenuto in Italia (-7,5%). Risultati molto favorevoli sia nel canale 'retail' (+10,3%), sia nel canale 'wholesale '(+4,9%). Il secondo trimestre del 2021 ha riportato vendite pari a 149,1 milioni di Euro, con una crescita del +13,8% rispetto al pari periodo del 2019. 

Un esame poi dei ricavi del primo semestre 2021 rispetto a quelli edi primi sei mesi del 2020, anche se il confronto (+52,9% la crescita totale a cambi correnti) "ha una rilevanza limitata - spiegano dall'azienda - perché il fatturato riportato al 30 giugno 2020 era stato fortemente condizionato dalla chiusura di un numero significativo di boutique nel mondo (causa Covid, ndr), in particolare nel secondo trimestre". Questi comunque i dati nel dettaglio: Asia +49,4%, Europa +43,4%, Americhe +72,4%, Italia +42,1%, con il canale 'retail' in crescita del +61,3% e quello 'wholesale' del +44,6%

Cucinelli: "Non pensiamo a cosa il Covid ci ha tolto, ma a ciò che ci ha donato"

Percentuali che non possono che far piacere a Brunello Cucinelli: "Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati raggiunti in questo semestre - dice il presidente esecutivo e direttore creativo della società - ed ancor più della grande attenzione che riscontriamo attorno al nostro brand. Le vendite di questa Primavera Estate 2021 sono state molto buone, e l’inizio della stagione Autunno Inverno 2021 conferma le bellissime sensazioni che già in sede di raccolta ordini avevamo respirato".

Coronavirus, Cucinelli e i vaccini: "Al lavoro solo se immunizzati, gli altri in aspettativa"

E si pensa già al prossimo anno: "La presentazione della Collezione Uomo Primavera Estate 2022  - prosegue l'imprenditore - ha ottenuto entusiasti commenti da parte della stampa specializzata e l’ottimo inizio della raccolta ordini conferma la ricerca da parte dei clienti di un desiderio di contemporanea eleganza e raffinatezza. Siamo ora concentrati sulla prossima presentazione della Collezione Donna Primavera Estate 2022".

Robert Downey jr e Jeremy Strong a Solomeo da Cucinelli: "Discusso del Creato"

E infine Cucinelli parla dell'ultima novità: "È per noi un grande orgoglio aver iniziato la collaborazione con Oliver Peoples, brand della 'maestosa' Luxottica, che ci permetterà di dare vita alla nostra prima capsule di occhiali già dal prossimo ottobre. Tutti questi elementi - conclude l'imprenditore umanista - ci permettono di guardare con occhi nuovi e molto fiduciosi alla seconda parte dell’anno, attendendoci un’ottima crescita delle vendite per l’intero 2021, nell’intorno del +20% rispetto al 2020, con un altrettanto positivo ed equilibrato aumento per l’anno 2022 intorno al +10%".

Brunello Cucinelli e Oliver Peoples insieme: arrivano i primi occhiali ispirati a Solomeo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brunello Cucinelli più forte della crisi: in sei mesi 313,7 milioni di euro di ricavi netti

PerugiaToday è in caricamento