Foligno, crisi Spigadoro: tavolo tecnico tra parti sociali e istituzioni

Alla Provincia di Perugia si tenta la strada del tavolo tecnico, per venerdì 4 maggio, per cercare di risollevare le sorti della Spigadoro, l'azienda di Sant'Eraclio di Foligno

A pochi giorni di distanza dall’ultima riunione della Terza Commissione Consiliare permanente che ha istituito il Tavolo tecnico, il vice presidente della Provincia di Perugia ribadisce l’impegno dell’Ente “ad un ruolo attivo per la soluzione della crisi in cui versa l’azienda di Foligno”, confermando la convocazione dello stesso per venerdì 4 maggio 2012 alle ore 10 presso la sede della Provincia, alla presenza di Regione, Provincia di Perugia, Comune di Foligno, Sviluppumbria, Organizzazioni sindacali e proprietà.

“Siamo sconcertati - ha commentato la vice presidenza dell’Ente - delle dichiarazioni rilasciate all’indomani dell’incontro della Commissione consiliare da parte di chi dovrebbe rappresentare gli interessi dei lavoratori e che, invece, considera illusorio l’unico incontro arrivato dopo mesi di trattative in cui sono state portate alla luce alcune verità su comportamenti considerati, a nostro avviso, solo espressione di azioni speculative.

L’incontro avvenuto anche alla presenza dei lavoratori – ha continuato – poteva essere l’occasione per dichiarare inutile l’iniziativa, quando invece secondo noi, è stato molto più inutile tenere in ballo un potenziale acquirente che non aveva nessun interesse al salvataggio dell’azienda”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vice presidenza della Provincia, nel ricordare infine che dopo mesi di trattative è stata proprio la riunione della Commissione ad aver portato alla luce non solo questa problematica, precisa che se “da un lato, prima della dichiarazione di fallimento, un mese non può essere certo sufficiente a recuperare il tempo perduto, dall’altra il Tavolo tecnico può essere considerato come l’unica possibilità per una trattativa trasparente della vicenda”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento