menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Inps e Ministero del Lavoro: "Dal 15 aprile il bonus di 600 euro sui conti correnti"

L'istituto e il dicastero in un comunicato congiunto: "Nel primo giorno indennità pagata al 50% dei lavoratori che hanno presentato la domanda, entro la fine della settimana poi chiuderemo il resto delle pratiche"

La lunga attesa sta per finire: a quasi un mese dal 'Decreto Cura italia' è finalmente in arrivo l'indennità di 600 euro destinata a oltre un milione e 800mila lavoratori. Ad annunciarlo il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l'Inps, in cui si spiega come domani (mercoledì 15 aprile) scatterà il pagamento per circa metà dei lavoratori che hanno presentato domanda (l’11% a favore di liberi professionisti e collaboratori, il 67% di lavoratori autonomi e il 22% di lavoratori agricoli) con le altre pratiche che saranno chiuse entro la fine di questa settimana.

Coronavirus, prestiti alle imprese: online il modulo per la garanzia fino a 25mila euro

“Domani (15 aprile, ndr) inizia il pagamento del bonus 600 euro per oltre 1,8 milioni di lavoratori - spiega Nunzia Catalfo, ministro del Lavoro del Governo Conte -. È un segnale importante e concreto che diamo a chi oggi, a causa dell’emergenza Coronavirus, sta vivendo un momento di difficoltà. Circa il 50% di coloro che hanno presentato la domanda riceveranno l’indennizzo sul proprio conto corrente nella giornata di mercoledì 15 ed entro la fine della settimana si chiuderanno tutte le restanti pratiche. Sono orgogliosa di quanto abbiamo fatto come Ministero del Lavoro per avviare, insieme all’Inps, al Mef e alla Banca d’Italia il pagamento dei benefici in tempi rapidi rispetto ai normali standard e ringrazio l’Istituto per lo straordinario sforzo compiuto. Oggi più che mai, il Governo è vicino ai cittadini”. 

Coronavirus, quali negozi riaprono? Misure igieniche più stringenti per la spesa

Alle parole del ministro Catalfo si aggiungono quelle di Pasquale Tridico: “Uno sforzo enorme da parte dell’Istituto e dei lavoratori - afferma il presidente dell'Inps - che durante il weekend pasquale hanno lavorato al fine di sostenere il Paese in questa fase difficile e pagare le indennità nei tempi prefissati, tempi fortemente compressi rispetto alle prestazioni ordinarie. A questi lavoratori va tutta la mia gratitudine”.

In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento