rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

Decreto 'Sostegni Bis', cartelle e pagamenti: l'Agenzia delle entrate-Riscossione aggiorna le Faq

Dalla sospensione dei pignoramenti alla proroga dello stop per le notifiche degli atti: tutto quello che c'è da sapere

SOSPESI PIGNORAMENTI E PROCEDURE DI RISCOSSIONE:

Restano sospesi fino al 30 giugno 2021 gli obblighi di accantonamento derivanti dai pignoramenti presso terzi effettuati prima della data di entrata in vigore del decreto Rilancio (19/5/2020), su stipendi, salari, altre indennità relative al rapporto di lavoro o impiego, nonché a titolo di pensioni e trattamenti assimilati. Quindi, le somme oggetto di pignoramento non devono essere sottoposte ad alcun vincolo di indisponibilità e il soggetto terzo pignorato (ad esempio il datore di lavoro) deve renderle fruibili al debitore (ciò anche in presenza di assegnazione già disposta dal giudice dell’esecuzione). Cessati gli effetti della sospensione, e quindi a decorrere dal 1° luglio 2021, riprenderanno a operare gli obblighi imposti al soggetto terzo debitore (e quindi la necessità di rendere indisponibili le somme oggetto di pignoramento e di versamento all’Agente della riscossione fino alla copertura del debito). Rimarranno sospese fino al 30 giugno 2021 anche le verifiche di inadempienza delle Pubbliche Amministrazioni e delle società a prevalente partecipazione pubblica, da effettuarsi, ai sensi dell’art. 48 bis del DPR 602/1973, prima di disporre pagamenti di importo superiore a cinquemila euro. Le Amministrazioni pubbliche dunque possono procedere con il pagamento in favore del beneficiario.

PAGAMENTI ENTRO IL 2 AGOSTO

STOP NOTIFICHE DEGLI ATTI FINO AL 30 GIUGNO

SOSPESI PIGNORAMENTI E PROCEDURE DI RISCOSSIONE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto 'Sostegni Bis', cartelle e pagamenti: l'Agenzia delle entrate-Riscossione aggiorna le Faq

PerugiaToday è in caricamento