Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

Negozi e centri commerciali in Umbria, verso l'estate con meno regole: cosa cambia

Dal 31 maggio è caduto l'obbligo della misurazione della temperatura nelle medie e grandi superfici, che diventa facoltativa. E la distanza interpersonale torna a un metro

Nell'Umbria che vede migliorare costantemente i dati relativi all'emergenza coronavirus e aspetta con ansia l'imminente ingresso in zona bianca, avvicinandosi al via dei saldi estivi, la Regione non ha rinnovato l’ordinanza n. 29/2021, per cui dal 31 maggio non si applicano le prescrizioni precedenti relativi ai negozi e ai centri commerciali, con diverse regole che diventano meno restrittive.

Coronavirus in Umbria, due mesi di saldi estivi: ecco le date

Dalla misurazione obbligatoria della temperatura nelle medie e grandi superfici alla distanza interpersonale, una scheda di Confcommercio Umbria illustra i cambiamenti...

LE MISURE CHE NON SI APPLICANO PIÙ

LE MISURE CHE SI APPLICANO IN SOSTITUZIONE

Continua a leggere >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi e centri commerciali in Umbria, verso l'estate con meno regole: cosa cambia

PerugiaToday è in caricamento