Economia

Il Corecom dell'Umbria esulta: "Restituiti 1 milione e 200mila euro ai cittadini"

Il bilancio del 2017: terremoto, cyberbullismo, par condicio, contenziosi per 1,2 milioni di euro

“Il 2017 è stato un anno importante per il Corecom Umbria. Sono cresciute le istanze per i contenziosi, che rispetto al 2016 sono aumentati di 16 punti percentuali, con oltre 1,2 milioni di euro restituiti agli umbri. È stato anche l’anno della prima ricerca in Umbria, commissionata dal Corecom Umbria, che ha indagato il fenomeno del cyberbullismo tra 900 studenti minorenni di Perugia e Terni. E, soprattutto, è stato l’anno in cui abbiamo organizzato un evento a Norcia, durante il quale sono stati proiettati i video realizzati con il Progetto Tv di Comunità, che è stato il nostro contributo per mantenere alta l’attenzione sulle zone dell’Umbria colpite dal terribile sisma del 2016”. Parole del presidente del Corecom Umbria, Marco Mazzoni, nella conferenza stampa di stamani a Palazzo Cesaroni a cui hanno preso parte anche i consiglieri Maria Mazzoli e Stefania Severi, il commissario dell’AgCom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni), Mario Morcellini e la presidente dell’Assemblea legislativa Donatella Porzi. 

Oltre alla consueta attività di vigilanza sulla par condicio condotta costantemente anche nei periodi non elettorali, come ha sottolineato il consigliere Maria Mazzoli , il Corecom è chiamato ad un controllo più serrato durante le elezioni, che nel 2017 si sono tenute per le amministrative dei Comuni di Cascia, Deruta, Monteleone di Spoleto, Todi, Valtopina, Narni e Attigliano. Non ultime, quelle per le politiche del 4 marzo, i cui risultati del monitoraggio tra le forze politiche in campo (tutti i soggetti sia politici che istituzionali, regionali e nazionali) non hanno rilevato infrazioni sulla legge 28 del 2000. Il monitoraggio è stato portato avanti anche per le emittenti locali per quanto concerne quattro aree: garanzie dell’utenza e tutela dei minori, il pluralismo politico e sociale, la pubblicità, gli obblighi di programmazione. 

Tra le iniziative salienti organizzate durante l’anno, nell'ambito dello studio e della ricerca del bullismo e del cyberbullismo, nel territorio regionale, rientrano due ricerche: una dal titolo "L'uso del web degli adolescenti umbri. Rischi e opportunità", realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia, e che sarà presentata verso metà maggio insieme al Prefetto di Perugia e Terni, e alla presenza di altri rappresentanti delle Istituzioni; l’altra, più mirata, per comprendere quanto e come si è parlato di cyberbullismo e bullismo su Twitter, che sarà anch’essa presentata prossimamente. Durante l’anno, sono stati approvati due protocolli di intesa che riaffermano il ruolo e la centralità del Corecom Umbria nella lotta contro il cyberbullismo a livello non solo regionale, ma internazionale. Il primo, su sollecitazione della Prefettura di Perugia, che vede coinvolti, per competenza, tutti i soggetti accreditati per la prevenzione e lotta ai fenomeni del bullismo e della devianza giovanile; l’altro con la Fondazione Villa Montesca di Città di Castello, che è membro della EAN European Antybulling Network, rete che ha lo scopo di mettere in contatto enti ed associazioni in tutta Europa che si occupano della protezione dei minori in specie sotto l'aspetto della prevenzione e il contrasto del bullismo e del cyberbullismo.

Altro altro punto di forza della programmazione Corecom 2017 è stato il Progetto Tv Comunità "Terremoto: raccontare per ricostruire", che il Comitato ha scelto di declinarlo nel dare risalto alla rinascita delle zone terremotate dell'Umbria. Il progetto, presentato a Norcia, è stato diviso in due parti: una rivolta alle associazioni, enti ed organizzazioni del Terzo settore, l’altra alle emittenti televisive e radiofoniche umbre. Il fine, come già accennato, è stato quello di dare risonanza alle zone umbre colpite dal sisma attraverso video o audio-inchieste incentrati su quattro aree tematiche: i legami sociali, l'economia, la cultura e il turismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Corecom dell'Umbria esulta: "Restituiti 1 milione e 200mila euro ai cittadini"

PerugiaToday è in caricamento