menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colussi in crisi, ulteriore calo della produzione: lavoratori rischiano il "taglio"

Preoccupazione della Cisl, Cgil e Uil per la situazione che sta attraversando la Colussi, la più importante realtà produttiva umbra per biscotti e prodotti da forno. Ecco cosa accade

Preoccupazione della Cisl, Cgil e Uil per la situazione che sta attraversando la Colussi, la più importante realtà produttiva umbra per biscotti e prodotti da forno. In particolare, l’attenzione viene posta sull’ importante calo di volume che si sta verificando nel sito di Petrignano. “A confermare questa situazione – sottolineano Dario Bruschi (Fai Cisl), Michele Greco (Flai Cgil) e Daniele Marcaccioli (Uila Uil)- sono i dati illustrati dall’azienda nel corso dell’ultimo incontro che si è tenuto nei giorni scorsi. Alla luce di questo, abbiamo deciso di avviare una serie di iniziative, partendo dalle assemblee con i lavoratori nello stabilimento di Petrignano”. 

A seguito del coinvolgimento dei lavoratori, i sindacati invieranno al nuovo assessore regionale una richiesta di incontro per trattare della questione e per avviare un percorso condiviso di apertura di un tavolo al Ministero. “Anche questa vicenda –spiegano Bruschi, Greco e Marcaccioli- si sta trasformando in una vera e propria vertenza occupazionale. La questione si fa particolarmente grave soprattutto perché questi lavoratori sono già con contratto di solidarietà e hanno rinunciato a una fetta importante di salario per riuscire a rilanciare la competitività aziendale nel tentativo di far ritornare nello stabilimento gli importanti volumi del passato. 

"Ricordiamo che per un ventennio – continuano i sindacalisti- questo sito è stato la locomotiva del marchio, riuscendo a trainare dal punto di vista economico-produttivo tutti gli altri siti del gruppo. Per questo non sarebbe giusto avviare una politica aziendale di soli tagli al personale sulle linee: in questo modo probabilmente si andrebbe ad incidere sulla qualità produttiva. Abbiamo bisogno invece di un vero e proprio piano di rilancio e di investimenti soprattutto sul piano commerciale”. 

Il caso della Colussi sarà inserito insieme al dossier Perugina nella richiesta al Ministero di un incontro per trovare soluzioni che evitino di intervenire sui livelli occupazionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento