La nuova Monteluce prende forma, apre la Clinica Porta Sole: 75 dipendenti, 86 posti letto e i nuovi servizi convenzionati

La clinica quest’anno compie anche 80 anni. E si fa un grande regalo: la nuova sede a Monteluce, il quartiere in via di trasformazione dopo il trasferimento dell'Università e dell'Ospedale

Nata nel 1938 a Porta Sole, la clinica quest’anno compie anche 80 anni. E si fa un grande regalo: la nuova sede a Monteluce, il quartiere in via di trasformazione dopo il trasferimento dell'Università e dell'Ospedale. Una storia che quindi prosegue, tra passato, presente e futuro, che è così celebrato con una nuova struttura, più grande (9mila mq di superfice), più funzionale e completamente rinnovata nelle strumentazioni e nei servizi. La Clinica è una struttura sanitaria accreditata con la Regione Umbria per alcune discipline specialistiche restando così un laboratorio umbro per l’integrazione pubblico-privato in ambito sanitario.

A guidare la clinica, coadiuvata dai figli Alberto e Marco, è la presidente del Consiglio di amministrazione della società proprietaria della Clinica, Maria Rita Mantovani Cucchia, che dal 1978 dirige la struttura e nuora del professore Alberto Cucchia, che insieme al professore Angelo Barola fondò la Casa di Cura di Porta Sole nel 1938. 

In questa nuova e più ampia sede, la Clinica è in grado di offrire: maggiori servizi per i cittadini; garanzie di cura grazie ad apparecchiature di ultima generazione e alla grande professionalità dei medici, 50 circa; percorsi completi, che vanno dalle visite ambulatoriali, alle analisi cliniche ed esami diagnostici (RM, TC, RX, ECO, MAMMOGRAFIA, MOC), fino al ricovero, all’intervento chirurgico e alle terapie per post-acuti.

La clinica ha 75 dipendenti ed è accreditata con il servizio sanitario regionale passa dai precedenti 71 agli attuali 86 posti letto suddivisi in 50 camere (di cui 10 di maggior comfort ambientale e con letto per assistenza), mentre due sono le ali autonome: una ospita ambulatori, l’altra è invece caratterizzata dalla presenza di CEMER - Centro europeo per la medicina e la ricerca.

 Fiori all’occhiello della struttura, a garanzia del paziente sono: una centrale di sterilizzazione come sistema perfetto di tracciabilità dei ferri chirurgici volto unicamente alla maggior tutela dell’utente. Investimento poi sulla terapia intensiva, che non ha nessuna clinica privata in Umbria, al solo scopo di offrire maggiori garanzie nel post-operatorio, e sulle zone relax, per fornire un maggior comfort ambientale anche grazie a vetrate che aprono sui vari panorami che si possono scorgere dalla clinica. Uno dei capisaldi imprenditoriali è poi la cucina interna, con cinque cuoche dipendenti. 

La struttura eroga prestazioni in regime di ricovero ordinario, day hospital, day surgery e ambulatoriale: chirurgia generale, chirurgia vascolare, chirurgia e medicina ricostruttiva ed estetica, anestesia e rianimazione, urologia ed andrologia, ginecologia ed ostetricia, ortopedia e fisiatria, medicina interna, endocrinologia, diabetologia, reumatologia, geriatria, cardiologia, oculistica, otorinolaringoiatria, dermatologia, riabilitazione e fisiochinesiterapia, ecografia diagnostica e operativa, biopsie ecoguidate, terapia antalgica e litotrissia extracorporea. Il centro dedicato alla litotrissia corporea ha esteso sensibilmente la propria attività ed è diventato un punto di riferimento per tutta l’Italia centrale, ospitando un ingente numero di pazienti provenienti da Umbria, Marche e Lazio. Il servizio è attivo 6 giorni su 7 e l’efficienza è determinata proprio dalla tempestività con cui viene trattato non solo il paziente programmato, ma soprattutto il paziente con colica in atto. 

La nuova Clinica si è arricchita, infatti, di un servizio diagnostico completo, costituito da ecografia, teleradiografia digitale diretta, TC e una RM Total Body aperta di ultimissima generazione, indicata per ogni tipo di paziente incluso per la diagnostica di bariatrici, claustrofobici e pazienti pediatrici, con la possibilità di avere il genitore accanto al bambino. È particolarmente indicata per studi osteoarticolari statici e dinamici, per encefalo e colonna, ma la vera novità dell’apparecchiatura è nei software di ultimissima generazione che permettono un’altissima definizione delle immagini.

A tutto ciò si aggiungono le prestazioni ambulatoriali di Healthcare (ginecologia, otorinolaringoiatria, neurologia, ortopedia, oculistica, endocrinologia, geriatria, osteopatia, ecografia diagnostica, medicina del lavoro e Servizio Dietetico e Nutrizionale) e di CEMER (andrologia, cardiologia, diabetologia, ecografia, mammografia, mineralometria, gastroenterologia, genetica, ginecologia ed ostetricia, endocrinologia, dermatologia, medicina ricostruttiva ed estetica, medicina vascolare, medicina legale, neonatologia, nutrizionistica, oncologia, pediatria, pneumologia, psichiatria, psicologia e psicoterapia, reumatologia e urologia).

I piani della struttura - In sintesi

La nuova struttura con 9mila mq, 5 piani e 8 ascensori (tra quelli per il personale e quelli per gli utenti) prevede circa il triplo degli spazi rispetto a quella precedente.

Piano interrato: vasta area con mq. 850 per parcheggi per dipendenti, libero professionisti e fornitori; mq. 700 per diagnostica per immagini, terapia fisica, fisioterapia, palestra per pazienti non degenti, litotrissia extracorporea e ambulatori; mq. 1300 per cucina, archivio, magazzino, farmacia, locali tecnici, camera mortuaria e camera ardente.

Piano terra: è il “cervello” della clinica con mq. 1500 destinati a uffici, laboratorio analisi, sale d’attesa, sala di formazione, centralino e accettazione, bar anche con servizi pasto e con gestione esterna, ambulatori Healthcare.

Piano primo: mq. 1500 destinati alle camere di degenza, medicherie, tisaneria, ambulatori, reparto riabilitazione con palestra per pazienti degenti, refettorio e sala relax.

Piano secondo: mq. 1500 destinati alle camere di degenza (di cui 10 singole), medicherie, tisaneria, ambulatori, terapia intensiva e sala relax.

Piano terzo: mq. 1500 destinati a blocco sale operatorie (4), rianimazione, ambulatorio chirurgico, sala relax, ambulatori CEMER.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Frontale tra due autovetture, feriti una mamma e i figli

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento