Stati generali Pubblico impiego, Cisl: Tagli alla politica e lotta all’evasione

L'assemblea si è svolta ieri mattina a Perugia. Sono intervenuti Ulderico Sbarra, Segretario Generale Cisl Umbria e Dionisio Bonomo, Segretario Nazionale Cisl Scuola

Ulderico Sbarra, Segretario Generale Cisl Umbria, sua la prima relazione

Si sono svolti martedì mattina, presso il Centro Congressi Golf Hotel Quattrotorri, gli Stati generali di tutte le categorie del settore pubblico, organizzati dalla Cisl dell’Umbria unitamente alle categorie interessate. Lo scopo dell’assemblea, molto partecipata, è stato quello di fare il punto sulla difficile situazione nella quale versa il Paese, ma anche di lanciare le proposte del suddetto sindacato a sostegno del lavoro pubblico. Nello specifico, ciò a cui aspira la Cisl è la modernizzazione della pubblica amministrazione e dell’efficienza dei suoi servizi verso i cittadini, attraverso scelte che ridiano dignità e valore al lavoro pubblico stesso e alla funzione sociale che, al contrario di quanto pensa qualcuno, rimane una risorsa al servizio dei cittadini e del Paese e non un costo da abbattere.

L’enorme debito pubblico e la crescita zero sono le principali cause della crisi economica del Paese. Lo sa bene Claudio Ricciarelli, Segretario Regionale Cisl Umbria, che ha aperto e coordinato i lavori. Sono tre le questioni fondamentali per Ricciarelli: i costi della politica, la riqualificazione della spesa pubblica e la riforma endoregionale, sia per le autonomie locali che per la sanità. “E’ necessario ridurre i parlamentari e abbassare le loro indennità”, ha spiegato davanti ad una sala gremita. “L’impegno politico richiede competenza, professionalità e onestà. Il rischio è che resti solo professionismo e interesse per il denaro”.

Gli ha fatto eco il Segretario generale Cisl Umbria, Ulderico Sbarra, che ha dato il via all’iniziativa con la prima relazione. “Le risorse necessarie - ha ribadito con forza - possono essere reperite attraverso i tagli ai privilegi della politica, la lotta seria all'evasione fiscale e riforme volte a evitare sprechi di risorse”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella seconda relazione, il segretario nazionale Cisl Scuola Dionisio Bonomo, ha riaffermato un secco no della Cisl ai tagli lineari nel sistema scolastico, universitario, della ricerca e più in generale, dei servizi ai cittadini.“Questa strategia - ha dichiarato - sta determinando una cittadinanza di serie A e una di serie B, con una differenza sempre maggiore tra Nord e Sud. Tutto ciò è inaccettabile per la Cisl, anche in un contesto, quello attuale, di ristrettezze imposto dall'Europa. Bonomo, ribadendo la necessità di investire sull’intelligenza e sulla materia grigia, ha invitato il prossimo Governo a compiere scelte differenti dal recente passato, affinché venga garantita l'istruzione, la formazione e, dunque, un futuro alle nuove generazioni".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • LA LETTERA al sindaco. Ordinanza: "Non si interviene così: chi ha sbagliato paghi ma senza penalizzare noi commercianti"

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Risse e assembramenti, l'assessore Merli: "Ecco perché abbiamo dovuto chiudere il centro storico". Da stasera super controlli

Torna su
PerugiaToday è in caricamento