menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stipendi "light" alla Cepu per due anni: evitati però ben 140 licenziamenti

Due assemblee sindacali e collegamento streaming con tutte le sedi italiani per presentare l'accordo tra sindacati e aziende. I lavoratori hanno optato per il sì a larghissima maggioranza

C'è l'accordo tra sindacati, lavoratori e vertici dell'azienda umbra Cepu - che opera su base nazionale - per mettere in campo i contratti di solidarietà al fine di scongiurare i 140 licenziamenti inizialmente previsti in Umbria, Toscana e Lazio. Il 20 luglio scorso si sono tenute nelle sedi di San Sepolcro e Città di Castello due assemblee con i dipendenti Cesd Cepu per esaminare la bozza di accordo del contratto di solidarietà siglato dalle Organizzazioni sindacali Nazionali Cgil, Cisl ed Uil.

E’ la prima volta che si tengono assemblee in questa azienda e che si instaurano regolari rapporti sindacali che prevedono anche la costituzione di rappresentanze sindacali aziendali. L’ assemblea di Città di Castello era in collegamento streaming con tutte le sedi italiane dalle quali i lavoratori e le lavoratrici hanno potuto porre quesiti e esprimere il proprio voto alla pari dei lavoratori presenti. Il giudizio complessivo è stato ampiamente favorevole e si è chiuso con l’approvazione dell’ipotesi di accordo con 148 voti a favore, 15 contrari e 25 astensioni su un totale di 188 aventi diritto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento