menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centrale Pietrafitta, il futuro è ripartito tra progetti e propositi. Lega: "Dialogo in corso ma ora servono i fatti"

Dopo anni di attesa, progetti mai realizzati, qualcosa sembra finalmente muoversi per le centrali enel di Bastardo ma soprattutto di Pietrafitta

Dopo anni di attesa, progetti mai realizzati, qualcosa sembra finalmente muoversi per le centrali enel di Bastardo ma soprattutto di Pietrafitta dove l'Enel ha promesso una forta riqualificazione e impianti di ultima generazione. Ora però gli esponenti della Lega zona Trasimeno Briziarelli (senatore), Rondini (consigliere regionale) e il capogruppo a Piegaro e all’Unione dei Comuni, Augusto Peltristo chiedono di passare dalla teoria ai fatti: "Proprio Enel ha precisato che per Pietrafitta si sta lavorando a un ampio piano di riqualificazione e di rilancio industriale, a partire dalle aree di proprietà dell'azienda, non occupate dalla centrale, che saranno interessate da interventi di natura energetica attraverso la realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici e di innovativi sistemi di accumulo. Una precisazione rilevante a cui auspichiamo seguano fatti concreti”.

Sul futuro di Pietrafitta, negli scorsi mesi, i vertici locali della Lega hanno incontrato più volte l’Assessore regionale Michele Fioroni, i vertici  Enel, con i sindaci di Piegaro e Panicale, e l’allora sottosegretario per accelerare la pratica: al MISE Alessia Morani. "Abbiamo ripreso il confronto che continueremo a seguire, così come stiamo seguendo la necessità di bonificare l’intera area. Ciò anche in relazione al percorso di decarbonizzazione avviato dal Governo – ha spiegato il Senatore Briziarelli - nell’ottica del PNRR che non potrà non tener conto del recupero, anche dal punto di vista ambientale, delle centrali a carbone dismesse e delle aree di accumulo di lignite, cosa per la quale la Lega ha recentemente presentato un Disegno di Legge, a mia prima firma, per la modifica delle caratteristiche di individuazione dei Sin (Siti di interesse nazionale) così da ricomprendere tali località ed individuare le risorse necessarie”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento