rotate-mobile
Economia

Agroalimentare, nuova certificazione per 3A Parco tecnologico dell'Umbria: vigilerà sul finocchio di Isola Capo Rizzuto

La società in house della Regione Umbria amplia ulteriormente il suo raggio d'azione

Sarà il 3A Parco tecnologico agroalimentare dell’Umbria a “vigilare” sul Finocchio di Isola Capo Rizzuto, che ha recentemente conquistato, primo in Italia, il marchio Igp.

La zona di produzione comprende l’intero territorio dei Comuni di Botricello e Belcastro nella Provincia di Catanzaro e di Mesoraca, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Crotone, Rocca di Neto e Strongoli nella provincia di Crotone, nella regione Calabria.

Le condizioni climatiche particolarmente miti di questa zona di produzione durante i periodi invernali e primaverili favoriscono una crescita vegetale relativamente limitata e un basso contenuto di sostanza secca, da cui un finocchio croccante e gustoso, segnala la Commissione europea in una nota, ricordandone anche le particolari caratteristiche gustative e organolettiche. Moltissimi e variegati gli usi in cucina, sia fresco sia trasformato, il Finocchio di Isola Capo Rizzuto è ritenuto una eccellenza nelle cucine dei migliori chef.

Il paniere delle produzioni certificate dalla società in house della Regione Umbria, che opera da oltre 25 anni nel settore, si arricchisce così di un’altra denominazione regolamentata arrivando a quota 15 denominazioni tra Dop, Igp e Stg (DOP Umbria, DOP Farro di Monteleone di Spoleto, DOP Oliva di Gaeta, DOP Colline Pontine, DOP Oliva Ascolana del Piceno, IGP Lenticchia di Castelluccio di Norcia, IGP Prosciutto di Norcia, IGP Vitellone bianco dell’Appennino centrale, IGP Patata rossa di Colfiorito, IGP Prosciutto Amatriciano, IGP Panpepato/Pampepato di Terni, IGP Finocchio di Isola Capo Rizzuto  STG Latte Fieno, STG Amatriciana Tradizionale, STG Vincisgrassi alla maceratese), 13 vini Igt, Doc e Docg m.i (DOC Montefalco, DOCG Montefalco Sagrantino, DOC Colli Perugini, DOC Colli del Trasimeno, DOC Assisi, DOC Colli Altotiberini, DOC Colli Martani, DOC Todi, DOC Spoleto, IGT Umbria, IGT Spello, IGT Cannara e IGT Bettona), 9 circuiti di Etichettatura delle carni bovine, il Marchio Agriqualità ed il Sistema di Qualità Nazionale Produzione Integrata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agroalimentare, nuova certificazione per 3A Parco tecnologico dell'Umbria: vigilerà sul finocchio di Isola Capo Rizzuto

PerugiaToday è in caricamento