menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria e futuro, gli acquisti web fanno bene all'agroalimentare: rurale e digitale convivono

Una “vetrina” sempre più importante che può e deve essere ulteriormente valorizzata e impiegata quindi anche in fase post pandemia

Con il prolungato periodo di pandemia, le vendite on line, anche di prodotti agroalimentari, risultano in sensibile aumento, con nuove interessanti prospettive per le aziende agricole pure per il futuro. Si è parlato anche di questo nel corso dell’incontro on line promosso ieri da Coldiretti e Coldiretti Giovani Impresa Umbria dal titolo “E-commerce e vendita on line”.

All’iniziativa, l’intervento di apertura della Delegata nazionale di Coldiretti Giovani Impresa Veronica Barbati, che ha sottolineato come l’e-commerce potrà incidere ancor di più sullo sviluppo dell’imprenditoria agricola specie di quella legata ai giovani, anche nel post pandemia. "Momenti formativi come questi - ha aggiunto Barbati - ci danno ancor più la consapevolezza della necessità di valorizzare al meglio ciò che proponiamo, di farci conoscere, di comunicare con passione e puntualità le esperienze legate al nostro lavoro, basato su uno stretto rapporto di fiducia con i cittadini-consumatori".

Nel corso del webinar, in cui sono intervenuti esperti del settore in comunicazione e marketing  si è parlato di come valorizzare il prodotto agricolo per presentarlo sul digitale, degli strumenti per vendere online, dal sito web alle altre piattaforme, con un focus sul marketing delle esperienze e dell’ospitalità rurale.

"Con l’emergenza da coronavirus - aggiunge Panella - se internet, la rete, i social, hanno giocato un ruolo decisivo per lo studio, il lavoro da remoto, per accedere ai servizi di pubblica amministrazione e sanitari, ma anche per mantenere semplicemente i rapporti tra amici e familiari, sono stati tantissimi i consumatori e le imprese che li hanno utilizzati per conservare o creare relazioni di mercato, anche al di fuori dai consueti canali commerciali. Un aspetto questo - precisa Panella - che merita sicuramente una grande attenzione da parte degli imprenditori, a cominciare da quelli più giovani, per i quali gli strumenti digitali oramai sono diventati di uso quotidiano e facilmente utilizzabili. Una “vetrina” sempre più importante che può e deve essere ulteriormente valorizzata e impiegata quindi anche in fase post pandemia in grado com’è di aprire nuovi sbocchi di mercato sia nella vendita delle nostre eccellenze agricole del territorio che nel campo dell’ospitalità rurale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento