Venerdì, 19 Luglio 2024
Economia

Agricoltura: 1,2 milioni di euro per incentivare la creazione di nuove imprese, c'è il bando

Morroni: "Risorse dedicate che rivestono grande importanza per la capacità di consolidare e sviluppare il sistema"

Bando per incentivare la creazione di nuove attività nel comparto extra agricolo e favorire la ripresa socioeconomica delle aree rurali. Un contributo pari a 1,2 milioni di euro messi a disposizione dalla giunta regionale.

 “In attuazione del Programma di sviluppo rurale dell’Umbria, è stato pubblicato oggi un nuovo bando che apre importanti opportunità di finanziamento per la creazione e il potenziamento di microimprese appartenenti al comparto extra agricolo. Con tali interventi sarà possibile rafforzare nelle aree rurali le attività e i servizi offerti alla popolazione, contribuire all’incremento di posti di lavoro e al miglioramento della qualità della vita”.  L’assessore regionale all’Agricoltura, Roberto Morroni, evidenzia così la valenza dell’operazione con cui si completa il pacchetto di bandi del Psr 2014-2022 dell’Umbria, finanziati con i fondi Euri (European Union Recovery Instrument), lo strumento finanziario dell’Unione europea finalizzato alla ripresa e allo sviluppo sostenibile dopo la crisi economica determinata dalla pandemia da Covid-19. “Risorse dedicate che - afferma l’assessore - nel quadro economico attuale rivestono grande importanza, per la loro capacità di generare processi di consolidamento e sviluppo del sistema imprenditoriale della regione. A questo scopo, abbiamo destinato al bando 1,2 milioni di euro”.

 I finanziamenti previsti dal bando sono riservati alle imprese appartenenti al settore extra agricolo, di nuova costituzione o già esistenti, e possono riguardare: attività legate al turismo rurale e servizi connessi; la creazione di esercizi commerciali specializzati per la vendita di prodotti alimentari a “chilometro zero”, di prodotti biologici, di qualità certificata o di prodotti artigianali tipici locali; imprese artigianali per il recupero delle attività e dei prodotti della tradizione rurale; attività di servizi collettivi rivolti alla popolazione. La data ultima di presentazione delle domande è il 31 gennaio 2023.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura: 1,2 milioni di euro per incentivare la creazione di nuove imprese, c'è il bando
PerugiaToday è in caricamento