Aeroporto, voli cancellati: "Diffidiamo FlyMarche, dichiarazioni senza fondamento"

Il consigliere di amministrazione di Sase e direttore generale di Sviluppumbria rispedisce le accuse al mittente: è scontro

Adesso è scontro. Prima la lettera dell’amministratore di FlyMarche con le accuse alla Sase dopo la cancellazione dai voli dall’aeroporto di Perugia, ora la risposta di Sviluppumbria, socio della società che gestisce il San Francesco:  “In riferimento alle dichiarazioni dell’amministratore di FlyMarche comparse sulla stampa, si precisa che né Sviluppumbria, nella sua qualità di socio di Sase, né chi scrive, nella sua qualità di consigliere di amministrazione, hanno mai avuto alcun rapporto e tantomeno incontri con il suddetto tour operator”: è quanto afferma il consigliere di amministrazione Mauro Agostini e direttore generale di Sviluppumbria.

Aeroporto, la verità di FlyMarche sulla cancellazione dei voli: "Mancati pagamenti di Sase"

All’arma bianca, allora: “La Presidente della Regione dell’Umbria – prosegue Agostini - si è limitata a presenziare, come da suoi compiti istituzionali, ad una conferenza stampa organizzata dalla società di gestione dell’Aeroporto. Si diffida quindi l’amministratore di FlyMarche dal rilasciare dichiarazioni prive di fondamento. Sono certo che sia Sase, sia il consigliere Golinelli sapranno confutare le dichiarazioni suddette. Per quanto mi riguarda – conclude Agostini - ho già chiesto con mia lettera al Presidente Cesaretti di convocare con urgenza una riunione del consiglio d’amministrazione per fare chiarezza sulla vicenda FlyMarche e per l’adozione dei provvedimenti che si riterranno opportuni e necessari”. 
L'attacco della Sase - Sase, gestore dell’Aeroporto Internazionale dell’Umbria, "prende atto delle continue dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa da rappresentanti di FlyMarche in relazione all’esistenza di contratti tra Sase ed il citato toru operator. Tali dichiarazioni sono inesatte in quanto non esiste nessun contratto sottoscritto tra le Parti. Si sottolinea come FlyMarche sia, appunto, un tour operator e non già un operatore aereo certificato. Sase non è intervenuta direttamente nell’emissione di alcun biglietto per le tratte operate da Van Air Europe e commercializzate da FlyMarche in quanto l’unica modalità offerta dal tour operator è stata quella del bonifico da parte del passeggero".

I voli "sono stati sospesi unilateralmente da Van Air Europe, compagnia aerea certificata, a seguito del mancato rispetto degli accordi tra la stessa compagnia aerea ed il citato tour operator, senza alcun riferimento a presunti obblighi di Sase. La sospensione riguarda l’intera programmazione dalla base Van Air Europe di Rimini, quindi anche rotte che non coinvolgevano lo scalo umbro. Il Consigliere di Amministrazione Sase, Umberto Golinelli, precisa infine che “ogni dichiarazione circa l’esistenza di un contratto formalmente in essere tra Sase e FlyMarche è infondata, assumendosi direttamente la responsabilità di tale dichiarazione e l'impegno a tutelare in ogni sede gli interessi dell'aeroporto umbro, di Sase e suoi personali”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Incidente sul raccordo Perugia-Bettolle: schianto tra due auto a Ferro di Cavallo

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento