rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Economia

Aeroporto dell'Umbria, i primi voli nazionali e internazionali per l'inverno

L'annuncio della Sase: "Superato con tre mesi di anticipo il record storico"

Il giorno da segnare sul calendario della storia del San Francesco d'Assisi è il 22 settembre. Oggi, annuncia una nota della Sase, la società che gestisce l'aeroporto dell'Umbria, "sono stati superati i 275.000 passeggeri transitati sullo scalo di Perugia da inizio anno". Questo significa che "è stato superato il record annuale di traffico del 2015 (quando nell’intero anno transitarono 274.028 passeggeri)".

La stima per la chiusura dell'anno "è di oltre 340.000 passeggeri, pari ad una crescita che si attesterà intorno al +25% sul precedente record del 2015" e "superiore al 50% rispetto al traffico del 2019", l'anno di riferimento prima dell'arrivo del Covid e delle chiusure. 

Il risultato, evidenziano dall'aeroporto, è stato raggiunto "grazie alle 16 rotte della stagione Summer 2022, operativa fino a fine ottobre, ed alle 6 rotte programmate per la stagione invernale". 

E arrivano già le prime conferme per i voli della stagione fredda. La programmazione invernale, confermano dalla Sase, "vedrà l’attivazione dei nuovi collegamenti Wizz air su Cluj Napoca, oltre alla conferma dei voli da/per Londra Stansted, Malta, Palermo, Catania (Ryanair) e Tirana (operati sia da Wizz air che da Albawings)". E ancora: "Fino alla fine di ottobre, termine della stagione estiva, sarà inoltre possibile volare anche da/per Londra Heathrow (British Airways), Rotterdam (Transavia), Trapani (Albastar), Bruxelles, Bucarest, Barcellona, Vienna, Brindisi e Cagliari (Ryanair)".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto dell'Umbria, i primi voli nazionali e internazionali per l'inverno

PerugiaToday è in caricamento