menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto di Perugia, perdite ridotte di mezzo milione di euro: "Presto nuove rotte internazionali"

Aumentano i passeggeri, il volo Perugia-Catania miete successi: approvato il bilancio 2016

L’Assemblea dei soci Sase, la società che gestisce l'aeroporto di Perugia, ha approvato il bilancio 2016. “La rinegoziazione dei contratti con i principali partner e fornitori (vettori aerei in primis), il controllo dei costi e l’ottimizzazione dei ricavi - spiega una nota della società - hanno permesso a Sase di ottenere nel 2016 il raggiungimento di un Margine Operativo Lordo positivo ed una perdita ridotta a circa 320mila euro, rispetto alla perdita di 845.000 euro registrata nel 2015”.

I primi dati di traffico relativi alla stagione Summer Iata 2017 confermano il trend di crescita dell'aeroporto di Perugia, con notevoli incrementi rispetto al 2015 ed al 2016 su tutte le rotte già operative e confermate, ed una crescita rispetto allo stesso periodo del 2016 di oltre il 30%.

Molto positivo anche l’impatto del nuovo collegamento Ryanair Perugia – Catania (rotta operativa dal novembre scorso), che opera con un load factor medio di oltre l’87%.

I primi quattro mesi del 2017 hanno fatto registrare oltre 65mila passeggeri, pari ad una crescita del 14% sul 2016 e ad un +27,5% rispetto allo stesso periodo del 2015. La previsione per il 2017 è di circa 245/250mila passeggeri, pari ad una crescita potenziale di oltre il 10% rispetto al 2016.

Oltre al lancio della nuova rotta da e per Catania e la recente conferma dei collegamenti Mistral Air su Cagliari, “proseguono in ogni caso le trattative con diverse compagnie aeree per l’apertura di nuovi voli da e per l’aeroporto dell’Umbria, con particolare riferimento alle rotte internazionali nell'Unione Europea”, spiega la Sase. E ancora: “Con questo risultato vengono pienamente soddisfatti, con largo anticipo, gli obblighi derivanti dalla concessione ventennale (rilasciata nel maggio 2014) e dall’atto aggiuntivo degli organi competenti. Tali prescrizioni richiedono il raggiungimento di un MOL positivo ed un sostanziale equilibrio economico-finanziario della Società da raggiungere nei 4 anni dalla sigla della concessione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento