Adiconsum Umbria, aumenti tariffe e tributi: "Serve confronto"

Nel corso della conferenza stampa di giovedì mattina, il segretario generale di Adiconsum Umbria lancia la proposta di un confronto tra soggetti pubblici e privati per l'aumento di tariffe e tasse

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

L’Adiconsum Umbria, nel corso della conferenza stampa di questa mattina tenutasi presso la Cisl di Perugia, lancia la proposta di confronti veri sui temi principali di tariffe e tributi con i gestori pubblici e privati dei servizi più significativi come acqua, rifiuti, ticket, Imu e parcheggi per ottenere risultati vantaggiosi per i cittadini.

Se ciò non avverrà si dovrà necessariamente incrementare tutta la vertenzialità politico-legale: "Questo confronto – spiega il segretario generale Adiconsum Umbria Francesco Ferroni- è previsto sin dalla Finanziaria del 2008”. Il dubbio dell’Adiconsum e di molti cittadini che si rivolgono all’Associazione italiana difesa consumatori e ambiente promossa dalla Cisl, riguarda la gestione degli aumenti da parte della politica, che molto spesso mette in luce delle vere e proprie storture.

 "Siamo di fronte –ha denunciato Ferroni- ad un’ipotetica raffica di aumenti, tra quelli fatti e quelli programmati o annunciati, che certamente colpiranno in modo drammatico i cittadini, già appesantiti da aggravi di carattere nazionale, come le accise sui carburanti”.

La valutazione di Adiconsum Umbria si riferisce alla probabile perdita da parte dei cittadini di una mensilità di stipendio in ulteriori aumenti di tariffe, alcune della quali, negli ultimi anni, hanno avuto un incremento di oltre 3 volte l’inflazione.

"Sarà importantissimo –ha concluso Ferroni- il confronto sui ticket sanitari intramenia che si pensa di introdurre. L’impoverimento ulteriore dei cittadini dovrà essere, secondo noi, il primo pensiero della politica, viste le ricadute che ciò determina sulla vita quotidiana”.


 

Torna su
PerugiaToday è in caricamento