Telecamere di sorveglianza e pattuglie della Municipale nei vicoli, il sindaco Romizi ascolta i cittadini

La risposta dell'amministrazione comunale dopo le proteste dei residenti che lamentano la consumazione di reati nelle notti perugine

Vita notturna molesta, qualcosa si muove. Il sindaco Andrea Romizi promette l’installazione di tre telecamere nei luoghi sensibili e una intensificazione delle attività di controllo da parte della Polizia municipale per contrastare i comportamenti sanzionabili.

I cittadini delle zone interessate dalla vita notturna in centro storico, da piazza Morlacchi a Porta Sole per delimitare l’area, lamentano una serie di comportamenti molesti e dai risvolti penali che condizionano la vita privata. Tra le contestazioni anche gli assembramenti in violazione delle norme anti Covid e il mancato utilizzo di mascherine.

I comportamenti che recano maggior disturbo e preoccupazione, però, sono quelli che costituiscono anche illeciti penali: urinare sui portoni, danneggiare le auto, schiamazzi a notte fonda, spaccio di droga e consumo (questo non è un reato, ma comporta una segnalazione in Prefettura).

Contro questi comportamenti un gruppo di cittadini si è rivolto all’avvocato Michele Gambini chiedendo di poter svolgere, tramite agenzia investigativa autorizzata, delle indagini difensive che consistono nel monitoraggio e ripresa dei soggetti che commettono reati, per poi denunciarli alle forze dell’ordine.

Il sindaco Romizi, recependo le istanze dei cittadini, ha assicurato l’intervento dell’amministrazione comunale attraverso due azioni specifiche: l’installazione di tre telecamere di sorveglianza (in via Mattioli, piazza Michelotti e piazza Raffaello) nell’ambito del progetto “Perugia sicura”. In quell’area, infatti, si concentra buona parte dei comportamenti illeciti.

L’altra azione, di concerto con le forze dell’ordine, sarà quella di incrementare i controlli, anche attraverso l’utilizzo di pattuglie in borghese, da parte della Polizia municipale nei vicoli della città al fine di contrastare gli illeciti penali e anche quelli relativi alle violazioni del regolamento comunale (bivacchi, assembramenti, vendita di alcolici in vetro, ad esempio).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento