Papa ad Assisi , la presidente Tesei: "Benvenuto Santo Padre! Un nuovo messaggio al mondo ispirato dal Poverello"

Il programma ad Assis: messa in sicurezza, pochi incontri e la firma dell'enciclica per i fedeli di tutto il mondo

“E’ con grande piacere che accogliamo in Umbria il Santo Padre. Papa Bergoglio torna ad Assisi per lanciare così, ancora una volta, un messaggio di grande attenzione allo spirito francescano, nella direzione di umiltà e rispetto del creato”. Inizia così il messaggio rivolto al Papa dalla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, in occasione della visita odierna di Papa Francesco ad Assisi. 

“In questo luogo riconosciuto ovunque come luogo di Pace – ha proseguito Tesei, il Santo Padre firma la sua terza Enciclica, ‘Fratelli tutti’, riprendendo gli insegnamenti che Francesco ha donato al mondo. Una Enciclica di grande importanza che viene considerata la summa di sette anni di papato. Già nelle sue udienze Papa Bergoglio ha più volte sottolineato la necessità di perseguire il bene comune  attraverso la sussidarietà e la partecipazione di tutti, il bisogno di mettere in campo un forte spirito di servizio per uscire dalla crisi attuale e per guarire  della malattie interpersonali e sociali”.

Nella nostra regione – ha concluso Tesei - viene dunque rinnovato e sigillato un invito universale alla fratellanza, che va oltre i singoli credo religiosi, e che vuole indicare la strada da percorrere verso un mondo post-pandemia”.

Padre Mauro Gambetti, Custode Sacro Convento di Assisi: «Il giorno del 'transito' di San Francesco il Papa ci dona l'Enciclica che, come una nave, può traghettare questo nostro mondo verso un approdo di pace e felicità piena, per tutti».

Padre Enzo Fortunato, Direttore Sala Stampa: «Il Papa ha firmato tre copie dell'Enciclica per la Segreteria di Stato Vaticano e tre copie della coedizione LEV e Rivista San Francesco. Nel centenario della nostra rivista è per noi e per i nostri lettori un dono prezioso che orienta il cammino personale ed editoriale. Sulla tomba del Santo una comunità francescana commossa ha partecipato a questo momento storico che ha accolto la firma dell’Enciclica con un lungo applauso. Presenti il ministro generale dei frati minori conventuali, padre Carlos Trovarelli, i ministri generali di tutte le famiglie francescane, il Cardinale Agostino Vallini, Mons. Domenico Sorrentino e il Sindaco di Assisi. Dopo la Celebrazione il Santo Padre ha salutato, nel chiostro Sisto IV, singolarmente tutti e 65 frati del Sacro Convento che lo hanno ricambiato con un fortissimo “viva il Papa”».  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il saluto del Presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta a Papa Bergoglio - “La quarta volta di Papa Bergoglio ad Assisi è motivo di grande emozione per tutta la comunità della nostra Provincia. E’ il segno che nel nome di San Francesco la missione del Santo Padre si estrinseca sulla Chiesa Universale portando i valori di povertà, amore e pace su tutta la terra. Già nell’annunciare il nome Francesco con il quale intraprendere il suo Pontificato, poi con l’enciclica “Laudato si” ispirata al Cantico delle Creature, Papa Bergoglio aveva chiaramente dato il segno della sua missione e oggi con la firma della terza enciclica “Fratelli tutti”, siglata subito dopo aver celebrato la messa nella cripta della Basilica inferiore di San Francesco, ha delineato la volontà della Chiesa di esaltare i valori della fraternità e dell’amicizia sociale. Sentimenti che tutti i fedeli, ma anche i non fedeli sono tenuti ad ascoltare con attenzione facendo parlare il proprio cuore specialmente in un momento in cui il mondo sta vivendo angoscia e timori e che necessitano più che mai di solidarietà e comprensione. Rivolgo quindi un grato pensiero al Santo Padre per aver ancora una volta sottolineato il valore universale del messaggio del Poverello di Assisi che ha impregnato la cultura e le sensibilità degli umbri”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento