menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Visita del Papa, Regione regalerà al Pontefice un cipresso: anche assegno per la Caritas

Presentati i doni che la Presidente Marini consegnerà a Papa Francesco durante la visita ad Assisi, sia un contributo per la Caritas che un simbolico cipresso, diretto discendente dell'albero piantato dal Santo 800 anni fa

Pensati nel segno della continuità e della concretezza, i doni che la regione Umbria darà a Papa Francesco in ricordo della sua partecipazione alle celebrazioni del 4 ottobre. I doni saranno consegnati dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e si tratterà di un contributo economico a favore delle Caritas per la loro attività in aiuto dei poveri e di un piccolo cipresso.

Il cipresso infatti, come indicato nella lettera che accompagnerà i due doni, è il simbolo della continuità ideale e materiale di Francesco attraverso ottocento anni di storia, visto che il piccolo cipresso è figlio diretto di quello piantato dal Santo nel 1213 nel Convento di Verucchio di Rimini". Inoltre sono stati realizzati due manufatti in ceramica provenienti dalla bottega 'Ubaldo Grazia', un'anfora della Regione Umbria, che conterrà l’olio donato per alimentare la lampada votiva sulla Tomba di San Francesco, e l’ampolla del Comune di Perugia, che saranno donati al Sacro Convento di Assisi.

La Presidente, inoltre, nella lettera al Papa scrive che la decisione della Giunta regionale, l’atto è stato proposto alla Giunta dalla vicepresidente Carla Casciari, rappresenta "un contributo a favore delle persone e delle famiglie indigenti e delle mense per i poveri, in coerenza con i Suoi concreti insegnamenti a guardare con attenzione e disponibilità alle esigenze degli ultimi e, nel nostro piccolo, a conferma delle politiche di difesa dei meno abbienti che ogni giorno poniamo al centro della nostra azione amministrativa, anche e specie in momenti difficili sotto il profilo economico e sociale".anfore-5-2

Sarà donato, come detto, un contributo aggiuntivo a quanto già la Regione Umbria destina a favore del Fondo di solidarietà istituito dalla Conferenza Episcopale Umbra per aiutare famiglie e persone in situazione di estrema povertà. Una scelta, quella della Regione Umbria, coerente con le sue stesse azioni e iniziative che svolge autonomamente, con risorse del bilancio regionale, per le politiche sociali a sostegno delle famiglie e persone in difficoltà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento