Cronaca

Violenza sulle donne, la farmacia diventa punto di contrasto al fenomeno e di aiuto per le vittime

L'accordo: formazione per i farmacisti e sugli scontrini il messaggio: "Se sei vittima di violenza chiama h24 il numero regionale 800 861 126 o quello nazionale 1522"

Un nuovo supporto per le donne contro la violenza che adesso potranno contare anche sull'aiuto dei farmacisti.

E' stato siglato, nel Palazzo della Provincia di Perugia, l’accordo fra Anci Umbria, Federsanità Umbria, Centro Regionale Pari Opportunità dell’Umbria, Federfarma Umbria, Assofarm Umbria e Ordine dei Farmacisti di Perugia e Terni che prevede la presenza del numero regionale della rete dei Centri antiviolenza sugli scontrini delle farmacie, insieme con il numero nazionale.

Sugli scontrini apparirà la dicitura, anche in inglese, "STOP VIOLENZA! Se sei vittima di violenza chiama h24 il numero regionale 800 861 126 o quello nazionale 1522".

L'accordo, della durata di due anni, prevede anche la formazione dei farmacisti per quanto riguarda le funzioni della rete dei Cav e a recepire eventuali segnali da parte di potenziali vittime, indirizzandole verso il numero Cav o nazionale, di facilitare lo scambio di informazioni tra farmacisti e Cpo e di acquisire dal Cpo tutte le notizie utili al contrasto.

"Intendiamo mettere in campo – commentano i firmatari – ogni tipo di azione per invertire un trend, quello della violenza e del maltrattamento, in netto aumento, ancor più in quest’ultimo periodo di emergenza sanitaria in cui molte famiglie, in particolari situazioni, sono state costrette a una difficile e pericolosa convivenza".

Con questo protocollo si interviene sul duplice fronte della tutela e della presa in carico delle vittime, uniformando su tutto il territorio una attività che si ritiene vincente e che valorizza la grande forza della territorialità e della capillarità dei servizi forniti in famracia.

Gruppo con Protocollo-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sulle donne, la farmacia diventa punto di contrasto al fenomeno e di aiuto per le vittime

PerugiaToday è in caricamento