Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Sesso con una minorenne, imputato dichiarato incapace di intendere e volere

Sotto processo due ventenni: avrebbero anche realizzato un video del rapporto per poi ricattare la ragazzina

Totalmente incapace di intendere e volere. È quanto ha stabilito il perito per quanto riguarda uno degli imputati nel caso di violenza sessuale su minorenne, detenzione o accesso a materiale pornografico, violenza privata, violenza o minaccia per costringere a commettere un reato e prostituzione minorile.

Sono due gli imputati, poco più che ventenni, accusati di aver filmato una ragazzina di 13 anni mentre facevano sesso e di averla ricattata, con la minaccia di rendere pubblico il video, per ottenere altri incontri sessuali. L'imputato che avrebbe fatto sesso con la minorenne è risultato incapace di intendere e volere, mentre l'altro che avrebbe realizzato il filmato è giudicato con il rito abbreviato.

I fatti sarebbero avvenuti in una scuola della provincia di Perugia nel 2021. Uno degli imputati avrebbe avuto un rapporto sessuale con la minore, dopo che questa aveva bevuto, mentre l’amico li avrebbe ripresi con il cellulare. Il giovane aveva poi minacciato la ragazzina di divulgare il video se non avesse avuto altri rapporti con lui, se non gli avesse dato del denaro, sostiene l’accusa, arrivando anche a proporre alla vittima di fare sesso con un’altra persona. Per uno dei due imputati, difesi dagli avvocati Fabio Militoni e Cristina Zinci, era stata chiesta la perizia al risultato della quale la sua posizione dovrebbe essere stralciata, dichiarando il non luogo a procedere.

La vittima non usciva più di casa e a scuola era peggiorata. I genitori della ragazzina, costituiti parte civile tramite l'avvocato Giuseppe Rosichetti, avevano iniziato a sospettare e poi erano riusciti a far aprire la figlia che aveva raccontato tutto. E così era scattata la denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso con una minorenne, imputato dichiarato incapace di intendere e volere
PerugiaToday è in caricamento