Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Violenta una bambina di tre anni: il giudice lo condanna a 4 anni e 8 mesi

Secondo la ricostruzione dei fatti, risalenti all’ottobre del 2009, la madre della piccola, una volta tornata a casa, avrebbe notato un arrossamento nelle parti intime della figlia. Condannato il figlio della baby sitter

La sentenza è arrivata oggi, 17 febbraio, dopo una camera di consiglio durata tre ore. Il giovane, accusato di avere violentato una bambina di tre anni è stato condannato a 4 anni e otto mesi di carcere. Il giudice Mautone ha deciso inoltre una provvisionale pari a 20mila euro.

I fatti - Aveva lasciato la bambina di tre anni a casa della baby sitter, ignara di quello che sarebbe potuto accadere. La donna si fidava della persona che teneva in custodia la sua piccina. Non avrebbe mai immaginato quello che sarebbe potuto accadere, scivolando così in un tunnel nero fatto di incomprensioni e in un lungo processo. Secondo, infatti, quanto raccontato dalla bambina il figlio della baby sitter avrebbe abusato di lei, approfittando di un momento di distrazione della donna.

Secondo la ricostruzione dei fatti, risalenti all’ottobre del 2009, la madre della piccola, una volta tornata a casa, avrebbe notato un arrossamento nelle parti intime della figlia. A quel punto la domanda è arrivata immediata. La bambina ha quindi parlato, raccontando e mimando tutta la macabra dinamica della violenza subita. A difendere a spada tratta il giovane, la sorella di lui. In base a quanto raccontato dalla ragazza, sembra che il ragazzo non si trovasse in casa il giorno in cui si sarebbe verificato l’episodio. Rimane pur sempre il fatto che la sorella è accusata di falsa testimonianza. Secondo, infatti, l’accusa la giovane non avrebbe detto il vero con l’unico intento di difendere il fratello.

Allibita e sconcertata, invece, la famiglia della bambina che all’epoca dei fatti aveva soli tre anni. I parenti si sono costituita parte civile nel procedimento tramite l’avvocato Laura Modena. La madre ha più volte ribadito quanta fiducia riponesse nei confronti del ragazzo, non capacitandosi ancora dell’accaduto. Il giovane dal canto suo si è sempre professato innocente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta una bambina di tre anni: il giudice lo condanna a 4 anni e 8 mesi

PerugiaToday è in caricamento