Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Avvicina ragazze minorenni per chiedere l'elemosina e le palpeggia, nei guai per violenza sessuale

Un giovane di 28 anni, sordomuto, è accusato di aver molestato due sorelle a Perugia

Si avvicina alle persone chiedendo l’elemosina e sfruttando la sua condizione di disabile in quanto sordomuto, ma secondo la Procura di Perugia non chiede solo soldi e lo accusa di violenza sessuale su minore.

Lo straniero, classe 1993, difeso dall’avvocato Giacomo Manduca, è accusato di aver “con violenza e minacce costretto una minore a subire rapporti sessuali in quanto con la mano destra le palpeggiava il sedere e con la mano sinistra le cingeva la spalla sinistra infilando poi una mano sotto il giacchino della persona offesa, toccandole la schiena”.

L’uomo, sordomuto, è molto conosciuto a Perugia in quanto elemosina nelle vicinanze delle chiese e dei supermercati, avvicinando le persone con n bigliettino e chiedendo soldi. Anche la giovane sarebbe stata avvicinata con questa scusa e poi molestata.

La minore è stata sentita con la formula dell’indicente probatorio il 28 aprile scorso, davanti al giudice per le indagini preliminari Angela Avila, e ha confermato quanto già riferito in querela, aggiungendo che anche la sorella, minore, sarebbe stata molestata dalla stessa persona in un’altra occasione.

Quella volta, però, il giovane sordomuto, avrebbe afferrato con una mano la ragazza per le guance e l’avrebbe baciata sulle labbra con violenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvicina ragazze minorenni per chiedere l'elemosina e le palpeggia, nei guai per violenza sessuale

PerugiaToday è in caricamento