Professoressa accusata di aver violentato l'alunno di 13 anni: la verità sui tabulati

La professoressa si è sempre proclamata innocente, assicurando di "aver solo incoraggiato il giovane e di averlo trattato come tutti gli altri"

L'accusa pesa come un macigno: violenza sessuale ai danni di un ragazzino di soli 13 anni. Imputata nel processo un'insegnante di lettere e storia, all'epoca dei fatti 40enne. La donna nel particolare sarebbe colpevole, stando agli atti dell'Accusa, di avere sedotto l'adolescente costringendolo a instaurare un rapporto con lei. Oggi si è tornati in aula per ascoltare i testimoni di difesa e accusa. Durante l'udienza il maresciallo che ha analizzato i tabulati telefoni, all'epoca dei fatti, ha sottolineato che vi furono da parte dell'insegnante ben “ottanta chiamate a casa, 345 sms e 110 telefonate al cellulare” in un arco temporale di appena due mesi. A difendere invece a spada tratta la donna è il marito che sostiene una tesi diversi. Per l'uomo era il ragazzino a perseguitare la moglie e non il contrario.

A incastrare l'insegnante - difesa dagli avvocati Diana Iraci e Luca Patalini - furono delle frasi scritte sul diario del ragazzo e degli sms dal contenuto esplicito. Negli atti del processo si legge, infatti, una frase inequivocabile: “Andiamo a letto e ti farò impazzire”.

Il comportamento decisamente affettuoso della donna non era comunque sfuggito ai genitori che, durante alcune assemblee di classe, avevano anche sollevato il problema. Oggi, in aula, è stato proprio il rappresentante degli studenti a parlare di “un comportamento sconveniente da parte della professoressa”. Nel fascicolo della Procura si parlerebbe inoltre di baci sulla labbra e palpeggiamenti al seno da parte del ragazzino sedotto.

Adesso sarà necessario fare luce sull’intera vicenda. Ad essere ascoltati saranno alcuni compagni, i genitori di quello che è ormai un ragazzo e il preside della scuola, ovviamente chiamato in causa. La professoressa dal canto suo si è sempre proclamata innocente, assicurando di “aver solo incoraggiato il giovane e di averlo trattato come tutti gli altri”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento