rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Minorenne picchiata e molestata, la Procura chiude le indagini: "Processate la madre violenta"

La ragazzina, che adesso vive in una comunità per minori, ha raccontato tutto al giudice confermando le accuse

Maltratta e molesta sessualmente la figlia minorenne, la Procura di Perugia chiude le indagini a carico di una madre violenta.

La donna, una straniera di 35 anni, difesa dagli avvocati Andrea Galli e Maria Cristina Ciace, è accusata dal sostituto procuratore Tullio Cicoria, di aver “maltrattato la propria figlia minore convivente …, picchiandola, strattonandola ed ingiuriandola spesso” per futili motivi.

Le accuse più gravi, però, sono quelle sulle presunte molestie sessuali, sempre della madre nei confronti della figlia minorenne. Secondo l’accusa la donna avrebbe costretto “con violenza” la “propria figlia minore convivente, a subire atti sessuali, toccandole più volte le parti intime”.

Quando la storia è emersa, la bambina è stata affidata ad una comunità e il responsabile della struttura è stato nominato curatore speciale della minore, assistito dall’avvocato Giusi Mazziotta.

La minore è stata sentita, con la formula dell’incidente probatorio, dal giudice per le indagini preliminari Livia Brutti, e ha confermato quanto riscontrato dagli investigatori.

Adesso la donna è stata raggiunta dall’avviso di conclusione delle indagini, un atto che indirizza il procedimento verso l’udienza preliminare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne picchiata e molestata, la Procura chiude le indagini: "Processate la madre violenta"

PerugiaToday è in caricamento