Palpeggia due bimbe di sei e nove anni, albergatore rischia il processo a 90 anni

Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio a carico di un 90enne accusato di violenza sessuale nei confronti di due sorelline ospiti della struttura ricettiva in Umbria da lui gestita. Fissata udienza dal gup

Immagine di repertorio

E' accusato di violenza sessuale aggravata a causa della minore età delle piccole vittime, due sorelline di appena nove e sei anni che secondo il pm Michele Adragna, titolare del fascicolo d'indagine, avrebbe molestato durante il loro soggiorno in una struttura ricettiva dell'Umbria da lui gestita.

Il pm ha chiesto per l' imputato, un albergatore 90enne, il rinvio a giudizio e la prima udienza dinanzi al gup Lidia Brutti è stata fissata al prossimo 6 novembre. Qui il giudice stabilirà se ci siano o meno i presupposti per incardinare il processo a carico del 90enne. Se da una parte la difesa, rappresentata dall'avvocato Michele Iacomi, ha sempre ribadito l'estraneità delle contestazioni mosse al suo assistito, spiegando anche in sede di interrogatorio di aver interagito con le piccole solo in termini giocosi e innocenti, per la procura si sarebbe approfittato della presenza delle due sorelline mentre stavano giocando negli spazi pertinenti alla struttura. 

Qui, è la tesi accusatoria, dopo averne carpito la fiducia, le avrebbe costrette a subire atti sessuali, consistiti in palpeggiamenti e toccamenti nelle parti intime delle bimbe. Prima con una delle piccole e contestualmente, con l’altra minore, “infilandole la mano sotto i pantaloni”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto lo scorso ottobre le due bambine erano state ascoltate dal gip del tribunale di Perugia nella forma di incidente probatorio e in audizione protetta, alla presenza del perito e psicologo infantile, Agnese Protasi. Una vicenda, questa, che sarebbe emersa a seguito del racconto di una delle sorelline ai genitori, al rientro nella loro città d’origine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 6 agosto: altri tre positivi, aumentano i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento