Foto hot, violenze e ricatti: "Dico tutto a tuo marito se non fai sesso con me". Giudizio immediato per l'adescatore

Richiesta di giudizio immediato per un giovane albanese di 24 anni, arrestato lo scorso 25 gennaio dai carabinieri con le pesanti accuse di violenza sessuale e violenza privata

Richiesta di giudizio immediato per un giovane albanese di 24 anni, arrestato lo scorso 25 gennaio dai carabinieri con le pesanti accuse di violenza sessuale e violenza privata. Una vicenda torbida, fatta di ricatti e minacce: vittima una donna, caduta nella trappola del 24enne che prima ne avrebbe carpito la fiducia, poi l'avrebbe indotta a scattarsi foto private e ad inviargliele e, infine, ricattandola per approfittarsi di lei.

E' questo l'impianto accusatorio sostenuto dalla procura perugina che ha chiesto per l'uomo il giudizio immediato. L'adescamento sui social parte nel settembre dello scorso anno; l'indagato, sotto falso profilo, inizia a poco a poco a carpire la fiducia e l'interesse della vittima. Poi la richiesta di inviargli alcuni scatti privati: un gioco, una complicità, che però viene 'rotta' dall'improvvisa intrusione di un fantomatico conoscente del 24enne (in realtà, secondo le indagini, sono la stessa persona) che lo avrebbe iniziato a ricattare: se non avesse ottenuto da lui un incontro con la donna, avrebbe divulgato foto e chat di cui sarebbe venuto in possesso, oltre a raccontare l'accaduto al marito della vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna, sotto scacco per quel ricatto vile e per timore di subire conseguenze, decide, suo malgrado, di incontrare lo sconosciuto. Ed è qui che  sarebbe stata costretta a subire un rapporto sessuale contro la sua volontà e dietro la minaccia che, se non avesse acconsentito, l'upmo avrebbe divulgato quei scatti privati. A questo primo ricatto, ne seguirà un secondo, sempre con la pressante richiesta di subire atti sessuali e di inviargli nuove fotografie che la ritraessero in nudo integrale. Fino all'arrivo dei carabinieri, allertati dalla donna, che lo fermano e lo arrestano. Il 24enne è difeso dall'avvocato Giovanni Picuti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento