menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce di morte e violenze davanti ai figli minorenni: ex marito a processo

Pedinamenti, minacce, ingiurie, ma anche aggressioni fisiche. L'incubo dell'amore malato finisce in tribunale

Una storia di gelosia, maltrattamenti familiari, umiliazioni, pedinamenti, finita nelle aule di giustizia del tribunale di Perugia. La vittima, una giovane donna perugina, difesa dall’avvocato Francesco Areni, si è costituita parte civile nel processo a carico dell’ex coniuge, imputato di maltrattamenti e stalking.

Tutto inizia quando la donna, dopo alcuni anni di matrimonio, decide di chiedere la separazione; ed è così che il marito, non accettando la fine di quella loro unione, inizia poco a poco a renderle la vita un incubo: minacce di morte, ingiurie, offese ma anche aggressioni fisiche, tanto da costringerla a ricorrere alle cure mediche. Tutto ciò, anche sotto gli occhi dei loro due figlii minorenni.

I fatti risalgono all’anno 2013-14. L’uomo inizia a pedinarla, si apposta nei luoghi frequentati dalla vittima per aggredirla e controllarla, minacciando di ucciderla ed arrivando persino a spiarla con una telecamera, in un crescendo di rabbia e paura che porta la donna a denunciare il marito. Oggi, il rinvio dell’udienza per la prosecuzione, fissata a febbraio 2017. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento