rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

Festa da incubo per una minorenne: fatta ubriacare e violentata su un prato

Sotto processo un 21enne che di fronte ai giudici nega tutto

“Non è vero, le cose non sono andate come ha raccontato”. Respinge ogni accusa, nega di aver molestato e violentato la vittima, una ragazzina conosciuta ad una festa con la quale avrebbe bevuto alcolici per poi appartarsi.

L’imputato, un 21enne difeso dagli avvocati Stefania Segatori e Alessia Arcangeli, è accusato di avere “condotta in un luogo appartato fra le siepi” di un locale la ragazzina, appena 14 anni, e di averla costretta “a subire rapporti sessuali contro la sua volontà che le imponeva con violenza, dopo averla accompagnata visibilmente ubriaca in un luogo appartato, spingendola a terra su un prato e ponendosi sopra di lei, immobilizzandola in posizione prona sia con il peso del corpo, sia bloccandole i polsi dietro la schiena, e abbassandole i pantaloncini”, mentre con un mano le avrebbe tappato la bocca “impedendole di parlare o chiedere aiuto”.

Dopo la violenza l’imputato, secondo l’accusa, avrebbe abbandonato “la minore, inerme” che “piangeva a dirotto” a terra per “andarsene senza proferire verbo”.

La vittima si è costituita parte civile tramite l’avvocato Delfo Berretti.

La Procura di Perugia contesta anche le circostanze aggravanti “per aver commesso i fatti profittando di circostanze di tempo, di luogo e di persona tali da ostacolare la pubblica e privata difesa, in particolare della minorata difesa derivante dalla inferiorità fisica della persona offesa anche in ragione della differenza di età, superiore a quattro anni fra l’autore e la vittima, minorenne di appena 14 anni, e dell’abuso di sostanze alcoliche da parte della minore, peraltro indotto anche dall’indagato, nonché del luogo isolato, in cui la minore veniva condotta, al riparo dal rischio di essere sentito in ragione dell’alto volume della musica proveniente dal locale”.

Già in sede di incidente probatorio davanti al giudice per l’udienza preliminare, l’imputato aveva respinto le accuse di aver avuto un rapporto sessuale con la minore. Tesi sostenuta anche oggi davanti al giudici del I collegio penale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa da incubo per una minorenne: fatta ubriacare e violentata su un prato

PerugiaToday è in caricamento