rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca

Perugia, resta solo in casa con la cognata e la violenta: condannato

L'uomo era accusato di aver picchiato la donna e averla costretta a un rapporto sessuale

Resta solo in casa con la cognata e la violenta. Un 52enne marocchino è stato condannato, per quel reato, a 3 anni e quattro mesi di reclusione e al pagamento di 30mila euro di risarcimento alla donna.

L’uomo, difeso dall’avvocato Pasquale Perticaro, ha sempre respinto le accuse, affermando che quella mattina era solo con la donna e il rapporto era consenziente.

Le urla che avevano attirato una vicina e poi le forze dell’ordine, erano dovute a un litigio nato dopo aver fatto sesso e non per la violenza.

Diversa e opposta la ricostruzione della donna, assistita dall’avvocato Sara Pasquino, che aveva denunciato di essere stata “schiaffeggiata e trascinata per i capelli in camera sua” e che l’uomo le avrebbe urlato “che nessuno avrebbe potuto salvarla e che avrebbe fatto di lei quello che voleva anche a costo di mandarla in ospedale”.

I giudici del collegio hanno ritenuto veritiera la versione della donna e condannato l’uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, resta solo in casa con la cognata e la violenta: condannato

PerugiaToday è in caricamento