Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Assisi

"Ho avuto un attacco di panico e sono andato in ospedale", ma non è vero: condannato

L'uomo non poteva lasciare il territorio comunale di Bastia Umbra senza autorizzazione del giudice

Ha un attacco di panico e si reca in ospedale, ma così facendo viola la misura del divieto di uscire dal comune e finisce sotto processo.

L’imputato davanti al giudice si è giustificato dicendo di aver agito in stato di necessità in quanto la violazione della misura di prevenzione sarebbe dovuta a un attacco di panico che lo aveva indotto “a uscire dal comune di residenza per recarsi presso l'ospedale di Assisi”. L'uomo era vincolato a rimanere nel territorio comunale di Bastia Umbra.

Le prove e le testimonianze portate in tribunale, però, hanno dimostrato che la versione dell’imputato non era credibile, per questo il giudice lo ha condannato a 3 mesi di reclusione, riconoscendo la particolare tenuità del fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho avuto un attacco di panico e sono andato in ospedale", ma non è vero: condannato
PerugiaToday è in caricamento