menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vino Asylon

Il vino Asylon

Todi, il grechetto "Asylon" colpisce ancora: ospite a Vinitaly

Arriva il salto di qualità, il vino nato da un progetto dall'Istituto Agrario e l'Onu sarà ospite d'eccezione al Vinitaly e parteciperà al Concorso Enologico per gli Istituti Agrari italiani

Nuovi successi per Asylon, il vino Grechetto punta di diamante di un progetto etico-solidale a sostegno dei richiedenti asilo che vede protagonisti l'Istituto Agrario tuderte, l'Alto Commissariato Onu per i Rifugiati, Caritas Umbria e Libera, l'associazione contro le mafie.

La prima notizia è che il vino sarà presente dal 25 al 28 marzo al Vinitaly, la prima fiera al mondo per il settore del vino: Asylon parteciperà infatti al Concorso Enologico per gli Istituti Agrari d'Italia, promosso dal Ministero delle politiche agricole di concerto con il Ministero dell’Istruzione e dell’Associazione Enologi Italiani.

Prevista pure l'esposizione del vino all'interno dello stand del Mipaaf ed una degustazione che vedrà attori gli studenti tuderti. Il "vino dei rifugiati" sarà protagonista anche ad "Agriumbria" la principale manifestazione fieristica umbra e tra le più importanti del centro Italia per il settore primario (70 mila visitatori, 1.200 aziende rappresentate).

L'organizzazione guidata da Lazzaro Bogliari è diventata infatti sostenitore del progetto con l'acquisto di 500 bottiglie di vino Asylon che saranno omaggiate a tutti gli espositori partecipanti alla 44esima edizione in programma dal 30 marzo al 1 aprile.

Sempre il 1 aprile, del progetto si parlerà a Milano all'interno del convegno nazionale "Il Paese che non c'è" sul tema delle marginalità territoriali e sociali. Il traguardo più significativo, in un'ottica di lungo periodo, è l'apprezzamento del Ministero dell'Istruzione, il quale  sta lavorando per la sua trasferibilità in tutta Italia tramite la promozione di quattro conferenze stampa a Roma, Milano, Bologna e Napoli.

Tra le ipotesi anche la realizzazione di uno spot sulle tv nazionali, sulla scorta di quanto avviene per altre iniziative sostenute dall'Unhcr. Come dire: ne ha fatta di strada l'idea nata dai vigneti dell'azienda della “Cittadella Agraria” di Todi!
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento