Un inno alla fedeltà dell’amore coniugale… parlano gli autori del murale di Viale Sant’Antonio

Marco Piccardi e Andrea Cesarini hanno già firmato l’opera che fiancheggia la rotatoria dei Rimbocchi, intitolata al nome e alla memoria del Santo Padre Giovanni Paolo II

Un inno alla fedeltà dell’amore coniugale… parlano gli autori del murale di Viale Sant’Antonio. Inaugurata stamane l’opera che il sindaco Romizi vede come elemento che impreziosisce quel grigio muro di cemento. Non si può che essere d’accordo. Merito degli artisti Robotizeta Crew, ovvero Marco Piccardi e Andrea Cesarini, e di quanti hanno collaborato, dal bozzetto ai suggerimenti di carattere cromatico che ponessero in sintonia quell’esempio di street art con l’ambiente. Un prodotto che si sfila dalla serialità e dall’uniformità di opere dai colori che cantano. Qui è una voce sommessa, garbata.

Una cerimonia discreta, ma sentita da quanti (giornalisti e cittadini) hanno avvertito l’esigenza di testimoniare, con la propria presenza, sincero apprezzamento per quel lavoro. Marco Piccardi e Andrea Cesarini hanno già firmato l’opera che fiancheggia la rotatoria dei Rimbocchi, intitolata al nome e alla memoria del Santo Padre Giovanni Paolo II. Analoghi i colori e simile il tema. “Quell’opera è intitolata ‘Il Bacio’ e raffigura due profili legati da un sentimento sincero e dazionale”.

L’Inviato Cittadino osserva che quei colori e quei profili costituiscono, per così dire, il marchio di fabbrica di due artisti che operano in sinergia di lavoro e comunità d’intenti, utilizzando l’acrilico, non le bombolette a olio. La risposta suona: “Qui si riprende il filo del discorso d’amore di quel primo lavoro”. In che senso? “Ancora i due profili si fronteggiano e si guardano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C’è però del nuovo, vero? “L’animale che si frappone fra i due costituisce non un elemento di divisione, ma fattore di continuità”
Si tratta di una piccola volpe, vero? “Esattamente” E cosa c’entra con l’amore fedele? “Normalmente – fin dalla favolistica antica – questo animale personifica la furberia, addirittura l’astuzia disonesta”. Invece, qui? “Non tutti sanno che la volpe è uno dei pochissimi esemplari di animali monogamico. Ci è dunque piaciuto assumerla come simbolo e prototipo di fedeltà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 26 maggio: un nuovo positivo su 1097 tamponi

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento