menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigili del fuoco partono alla scoperta del mondo in sella alla moto: la storia di Stefano ed Emanuele

I nostri eroi, Vigili del fuoco partono in sella alla loro moto e arrivano a Samarcanda con tanto di lettera del Sindaco

Protagonista di una on the road tutta da scoprire. Sognatori per vocazione e Vigili del fuoco per lavoro. Stefano Pettinari ed Emanuele Cruciani, questi i nomi dei due indomabili viaggiatori, dopo un lunghissimo tour in moto, sono arrivati a Samarcanda, ma non prima di avere attraversato sei nazioni.

Partiti il primo maggio da Perugia, passando da Assisi per la benedizione dei Frati del Sacro Convento, dopo il saluto al Sindaco e collega di Valfabbrica, davanti al Dolmen, monumento creato per ricordare tutti i motociclisti decaduti prematuramente, e dopo ben 19 giorni di viaggio, sono finalmente arrivati alla meta. Un lunghissimo tour dove i due perugini ne hanno viste di tutti colori, percorrendo circa 15.000 chilometri attraverseranno 6 nazioni.

L'impresa era stata già tentata lo scorso anno ma un brutto incidente aveva interrotto il viaggio, proprio il primo maggio del 2014 un autoarticolato su una strada Ucraina aveva messo fine al sogno iniziato il 25 aprile da Assisi.

Ma stavolta sono stati più fortunati ed è così che il 20 maggio a Samarcanda hanno incontrato i vigili del fuoco Uzbeki con la presenza del locale vice comandante che ha ringraziato della targa ricordo e della lettera di saluto inviata per il loro tramite dall’ingegner Gioacchino Giomi, Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Italiani.

Nell’incontro i vigili del fuoco di Samarcanda hanno dimostrato una grande disponibilità e cortesia sottolineando il loro modo di essere “un pompiere è un fratello di qualunque nazionalità esso sia”. Stefano Pettinari e Emanuele Cruciani hanno poi consegnato una lettera inviata dal Sindaco di Assisi al capo affari culturali e sport del Comune di Samarcanda Signora Rita Z. Mahmyaova, la quale ha apprezzato in modo particolare ringraziando per questo collegamento tra le due città che da sempre mostrano sensibilità per la pace tra i popoli; il loro museo della pace è veramente grande ed importante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento