menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO In via Ulisse Rocchi tornano gli spacciatori, i commercianti: "Aggressivi e svelti col coltello"

“Sono giovani, cattivi, aggressivi, prepotenti. Svelti di mano e di coltello. Non si nascondono: anzi, si esibiscono sfrontatamente!”, dice un commerciante

Lo spaccio riparte alla grande e desertifica via Ulisse Rocchi. I residenti e gli operatori economici della zona lo sostengono in coro: a dar man forte ai veterani, sono arrivate torme di nuovi figuri, adottati come manovalanza dalle vecchie talpe che si muovono nell’ombra. “Sono giovani, cattivi, aggressivi, prepotenti. Svelti di mano e di coltello. Non si nascondono: anzi, si esibiscono sfrontatamente!”, dice un commerciante.

I nuovi arrivi si dividono tra Fontivegge e acropoli. Via Vecchia (come la chiamano i perugini doc) è il loro Eden. I residenti suggeriscono anche il nome del loro ritrovo: luogo di deposito e scambio. Al calare della sera si fanno vivi, passano su e giù tra piazza Danti e piazza Grimana e. E via Rocchi diviene deserta. La gente ha timore di percorrerla, tanto che sceglie via Bartolo e via Battisti, per scendere alla Stranieri. “Ma così – dice un commerciante – perdiamo clientela e, di questo passo, saremo costretti a chiudere!”.

Sara forse un caso che il bel bar, con clientela numerosa e qualificata, da un paio di mesi ha abbassato le serrande? Al mattino c’erano i dipendenti della soprintendenza di Palazzo Brutti a fare colazione, ma la sera: vuoto totale. “Che la polizia fermi questi  individui, accerti di cosa vivono e li perquisisca”, dice un  residente. “Di certo li troverà con roba addosso”, conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento