rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Via Torelli. Il mistero della signora scomparsa e il tanfo insopportabile al civico 49. Condomini allarmati. Mirella Di Rella è viva o morta?

Da giorni un odore sgradevole aveva allarmato i condomini e proveniva dall'appartamento della signora Mirella Dirella Ines Rosa...

Via Torelli. Il mistero della signora scomparsa e il tanfo insopportabile al civico 49. Condomini allarmati. Poi l’intervento (in parte) chiarificatore di Carabinieri e Vigili de Fuoco. Nessun cadavere in decomposizione, ma solo carni ammalorate e putrescenti che emanavano un lezzo in grado di spandersi per la tromba delle scale e gli appartamenti. 

Il fatto è che della signora Mirella Dirella Ines Rosa si erano perse le tracce dall’estate del 2019. Le sue condizioni di salute pessime ne consigliavano il periodico ricovero in ospedale. Viveva con l’anziana madre e, dopo il decesso di questo unico suo affetto, il corpo e la mente della signora avevano ricevuto un duro colpo. Comunque non la si era più vista e se ne era ipotizzata la morte. Ma lo strano è che nessun funerale era stato celebrato a Perugia. Almeno per quanto era a conoscenza dei condomini. Si dice peraltro che non avesse nessun parente o affetto stabile. Da qui ulteriore mistero sulla sua fine. 

Via Torelli, il mistero della signora scomparsa: i vigili del fuoco entrano nell'abitazione

 

(foto esclusive Sandro Allegrini)

I conti non tornano. Da qui il sospetto che il puzzo proveniente dall’appartamento fosse legato a qualcosa di tragico. Supposizioni per fortuna smentite in mattinata. C’era chi, in alternativa, pensava potesse trattarsi della decomposizione di qualche gatto, bestie delle quali Mirella amava circondarsi.

Qualche tempo fa, dopo tante insistenze, qualcuno era intervenuto, ma il naso elettronico non aveva rilevato tracce di gas. Dunque, nessun pericolo per la sicurezza dell’immobile e dei suoi abitanti. Peraltro, da un successivo sopralluogo, la fornitura del gas risultava inattiva. E, si diceva, non si può entrare in una abitazione privata se non ricorrono situazioni di pericolo. Nel corso della mattinata odierna, dopo reiterate richieste dell’amministratore e dei condomini, sono intervenuti Carabinieri, Vigili del Fuoco e 118.

Per entrare nell’appartamento, è stata forzata una finestra che dà nel piazzale. Penetrati all’interno, i caschi rossi sono stati investiti da un tanfo insopportabile. L’accurata ispezione ha comportato l’accertamento del fatto che nel congelatore erano contenute carni in putrefazione. Dunque, scartata l’ipotesi della decomposizione di un cadavere. Ci si chiede come abbiano fatto questi materiali a “resistere” per almeno tre anni. Forse qualcuno frequentava ancora l’appartamento? 

Mirella Dirella Ines Rosa, nata ad Asmara nel 1937 (al tempo del colonialismo italiano), è viva o morta? Morta senza dubbio, come risulta da un documento in nostro possesso e rilasciato dal Comune di Milano. In esso si attesta che la signora è deceduta in Perugia il 21/08/2019.

Come esce fuori il rapporto con Milano? Probabilmente il corpo della signora Mirella è stato sepolto nella città della Madonnina. Perché questo documento? È stato richiesto dall’Amministratore Roberto Cherubini in quanto le quote condominiali erano inevase a partire dal 2019. Da qui la necessità di procedere alla riscossione coattiva. Passaggio affidato a un legale di fiducia. Ma è mai possibile che a Milano sappiano di un decesso avvenuto a Perugia? Chi gli ha fornito il dato se non Perugia stessa?
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Torelli. Il mistero della signora scomparsa e il tanfo insopportabile al civico 49. Condomini allarmati. Mirella Di Rella è viva o morta?

PerugiaToday è in caricamento