rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Madonna Alta / Via Settevalli

Quelle infinite notti in via Settevalli, prostitute e trans si vendono ai clienti nei parcheggi dei condomini: "Squallore e droga"

Prostitute sotto casa, siringhe gettate a terra..i residenti delle vie adiacenti alla Settevalli, uniti contro il degrado: "Bisogna segnalare e denunciare"

La vita nei quartieri delle periferie si sa, non è sempre facile. La mappa delle periferie perugine spesso sottolinea come il degrado sia sempre in agguato. Dai furti (vista l'impennata negli ultimi periodi), passando per fenomeni di vandalismo e incuria, sono sempre di più i cittadini che si fanno portavoce di ciò che non va, assurgendosi a vere e proprie sentinelle contro l'aggravarsi di un fenomeno, quello del degrado. Attraverso i social i residenti monitorano, segnalano, denunciano e - come nel caso di un gruppo di residenti nelle vie adiacenti alla Settevalli, portano avanti azioni congiunte per evitare che il fenomeno si allarghi a macchia d'olio. Ed è proprio da uno dei quartieri della prima periferia della città, che vengono segnalati alcuni episodi che, se non monitorati, potrebbero produrre conseguenze ben più pesanti.

A iniziare dal triste fenomeno della prostituzione, spesso appannaggio di sfruttatori e criminali senza scrupoli e che dalle 21 in poi si manifesta lungo la via Settevalli. Come segnalano i residenti, in un piazzale condominiale nei pressi di via Vivenza, abitato tra l'altro da famiglie e bambini, i clienti si appartano con le prostitute "tutte le notti", lasciando in terra carte di preservativi. E poi il parco tra via Vivenza e via Cecchini diventato un "letamaio", siringhe usate lasciate a terra come quella fotografata da un altro residente sopra un marciapiede in via Vivenza o un'altra abbandonata sul piazzale di un condomio. 

E proprio per evitare che il quartiere diventi "terra di nessuno" , i residenti hanno organizzato incontri, promosso e fatto passeggiate notturne, segnalato e fatto esposti contro  rumori molesti nella notte e monitorato la presenza dei ladri che un paio di anni fa avevano  preso di mira la zona. Uniti si rendono i quartieri vivi. Ed è per questo che in nome della legalità e contro ogni forma di abbandono, c'è chi, tra i residenti,  esorta a non abbassare la guardia e a continuare a "denunciare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quelle infinite notti in via Settevalli, prostitute e trans si vendono ai clienti nei parcheggi dei condomini: "Squallore e droga"

PerugiaToday è in caricamento