menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugino scopre che la sua abitazione è stata trasformata in un alcova del sesso

Ha chiesto l'intervento della Polizia per liberare la casa dal suo inquilino furbetto e da una prostituta cilena

Aveva già concordato il contratto e pattuito il canone di locazione ricevendo inoltre la caparra dal nuovo inquilino. Ma ben presto è stato costretto a restituire i denari e stracciare il contratto. E non finisce qui: ha chiesto inoltre l'intervento della Polizia per liberare la casa dal suo inquilino furbetto e da una prostituta cilena che, nella sua casa, a sua insaputa, esercitava quello che vie e definito il mestiere più vecchio del mondo.

Una rocambolesca situazione di cui è stata vittima un perugino 58enne che ha scoperto il sub-affitto del suo alloggio da parte dell'inquilino che gli aveva fatto credere di andarci a vivere con moglie, figlia piccola... quando invece aveva venduto quell'affitto ad una prostituta. Quest'ultima in Questura ha ammesso tutto: di essere una squillo. di aver dato al suo amico una capara di 1200 euro per il sub-affitto e quindi di aveva pattuito 400 euro al mese. L'egiziano è stato denunciato a piede libero per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento