menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Via Lupattelli in emergenza da oltre due mesi: ecco cosa accade

A tanto risale lo strappo effettuato per individuare una perdita idrica... ma forse non è un male

Via Lupattelli in emergenza da oltre due mesi. A tanto risale lo strappo effettuato per individuare una perdita idrica. Ma forse non è un male. Cerchiamo di spiegare il perché. Una perdita consistente ha comportato lo strappo della pavimentazione in pietra del “vicolo lungo”, come gli abitanti di Porta Sant’Angelo chiamano questa strada che inizia come scalinata in via Ariodante Fabretti ed esce come rimbocco in corso Garibaldi. Il ripristino delle pietre è avvenuto in modo approssimativo, tanto che i residenti hanno avuto di che lamentarsi. E, oltretutto, la perdita non era lì.

Quindi Umbra Acque ha aperto più in basso, in corrispondenza delle scalette. Apertura ampia, con taglio alla mattonata della piazzola e strappo alle scalette, sommariamente risarcite con breccino e materiali di riempimento. Soluzione – s’intende – provvisoria. Quindi una parata di transenne a delimitare la zona lavori. A questo punto cosa accade? Perché tutto rimane transennato e non richiuso ad arte? È da sapere che i residenti di prossimità hanno avanzato una civilissima proposta al Comune di Perugia. 

“Siamo disposti – hanno detto – a tassarci per l’acquisto dei materiali, a condizione che il Comune metta la mano d’opera per un rifacimento in mattoni, del genere di quello effettuato alle scalette del Carmine, in zona Post Mod”. Sarebbe un lavoro di lusso, considerato che le attuali scalette sono in banalissimo (e brutto) materiale cementizio. Da qui lo stop provvisorio dei lavori. La proposta ha coinvolto la Soprintendenza che, si dice, ha approvato. Ora non resta che procedere.

Osserva il Comune: “Anche il cantiere costa. Aspettiamo di vedere se ci sono avanzi da opere in corso, come la scala mobile del Pellini e altri. Se così sarà, procederemo”. Ossia accetteremo i materiali dai borgaroli e noi eseguiremo il lavoro. In attesa di stare a vedere i conti, tutto è fermo e i residenti fanno lo slalom fra le transenne. Come andrà a finire e in che tempi, lo scopriremo… solo vivendo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento