Via Fabretti, niente auto e bus fino a settembre: al via i lavori per rifare strada e marciapiedi

Dal 17 giugno fino alla metà di settembre l'intera via sarà trasformata in un cantiere che potrà essere attraversato solo dai pedoni grazie a degli speciali camminamenti. Il Comune ha previsto di rifare l'asfalto e rimettere mano ai marciapiedi

Via Fabretti sarà chiusa alle auto e ai mezzi di Umbria Mobilità fino alla metà di settembre. Il divieto partirà dal 17 giugno per consentire la seconda parte dei lavori di ripavimentazione che sono la prosecuzione delle opere già realizzate nell’estate 2012 a partire da Piazza Fortebraccio. Con degli speciali camminamenti sarà possibile l'attraversamento pedonale.

I lavori da eseguire interesseranno il restante tratto della via, fino a Piazza dell’Università e saranno, per tipologia, del tutto analoghi a quelli dello scorso anno. Comprenderanno, dunque, sia il risanamento del corpo stradale, della pavimentazione e dei marciapiedi, sia il rifacimento dei vari sottoservizi tra cui si evidenzia, per importanza, la rete idrica di distribuzione dell’acqua potabile. E’ infatti costituita da due tubazioni di grande diametro (300 e 250 cm), costruite tra il 1930 e il 1932 e quindi vetuste, facenti parte del sistema di distribuzione principale della città in diretta derivazione dai vicini serbatoi primari di Monte Ripido e di S.Angelo. Proprio per queste peculiarità, l’intervento sarà eseguito sotto il coordinamento della Unità Operativa Infrastrutture e Cantiere con la partecipazione, per le rispettive competenze, di Umbra Acque e delle Società concessionarie degli altri servizi (rete gas, rete elettrica, rete telefonica, ecc.).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si tratta di lavori programmati - ha spiegato l'assessore Liberati - che rappresentano la conclusione di un intervento strategico e complesso per la città. Un’opera attesa da anni, soprattutto per la parte dei sottoservizi, quest’ultima propedeutica a qualsiasi altro tipo di intervento. Era noto che il progetto venisse attuato in due annualità, proprio per recare il minor disagio possibile ai fruitori di quell’area, utenti di mezzi pubblici, privati, ospiti della città, operatori commerciali e residenti”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento