menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Volantino delirante, l’anarchia perugina è ridotta al lumicino

E' comparso in via della Viola, sotto a una delle opere esposte lungo la via

L’anarchia perugina è ridotta al lumicino, se è arrivata a esprimersi in modo così stupido. Parliamo della scritta in pagina, comparsa su un volantino, attaccato col nastro, sotto un disegno che effigia una moka sul gas da cui emerge la testina di una persona di colore. Quel disegno colorato è lì da qualche anno, ma il volantino è stato affisso un paio di giorni (o di notti?) fa.

La scritta – accompagnata dalla A di “anarchia”, inscritta in un cerchio e seguita dal numero 1 –  recita: “Ci vuole un secchio! Brenno Tilli vive”. Di quale secchio si parli non si capisce. Mentre si comprende benissimo il riferimento al personaggio Brenno Tilli, detto anche il “signor NO”, proprio per la sua ferma opposizione ai partiti politici al governo e ad ogni forma di potere: militare, ecclesiastico, civile.

Brenno fu un personaggio stravagante e creativo: restano famosi i suoi manifesti di protesta, vere opere d’arte, editi in diverse pubblicazioni, tra le quali ci piace ricordare il libro di Benedetta Pierini, che ne riporta alcuni. Tilli, diversamente da altre componenti anarchiche bombarole, era un pacifista, estimatore di Aldo Capitini e di Luigi Catanelli, figure limpidissime di perugini, da tutti ricordati con rispetto.

Il cronista, ancora ragazzo, ha avuto la buona sorte di conoscere Brenno Tilli e di frequentare la sua bottega di litotipografo in via Bartolo, apprezzandone la correttezza e la dignità, mai disgiunte da un sano spirito polemico e grifagno, tutto perugino. Ci pare, francamente, che i suoi sedicenti eredi non siano all’altezza del Maestro. Il quale amava “firmare” la sua protesta e non mettere avvisi clandestini e dal significato oscuro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento