menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via del Roscetto, vandali contro una delle chiese più antiche di Perugia

Sfondata a calci una barriera protettiva dell'antico portone di Santa Maria Nuova

È a buon diritto considerata una delle più antiche chiese cittadine. Già chiesa parrocchiale nella seconda metà del 1200, vi si trasferirono prima i Silvestrini e poi i frati Serviti dalla demolita chiesa di Santa Maria de’ Servi. Nel 1400 fu ricostruita grazie al volere, e ai soldi, di Andrea Fortebracci. Nella Cappella con elementi del 400, vi è l’arca che custodisce i resti mortali di Braccio I Baglioni. L’attuale parte laterale che dà su via del Roscetto conserva i due accessi più antichi: difatti la chiesa, nata gotica, all’inizio era diversamente orientata. Di questi due accessi quello più in alto è chiuso, mentre quello inferiore resta aperto solo nei giorni di liturgia.

A proteggere questo antico portone era stata piazzata una porta ad una sola anta: scura con chiusura a caditoio. Ci stava da quando l’Inviato Cittadino la frequentava da bambino. Ma i soliti mascalzoni, qualche mese fa, l’hanno sfondata a calci. Il che ha permesso di riportare a vista l’antico portone. Questo però era malridotto e privato di un paio di decorazioni a rilievo, nei due pannelli in alto.

Ora uno specialista del legno ha risarcito le parti mancanti, operando i corretti riporti. Ha pure tolto tracce degli interventi errati e sta procedendo al restauro completo. Come al solito, un uomo di fede privato si sta facendo parte attiva. A breve si potrà vedere lo splendido risultato. Per l’orgoglio e la soddisfazione della gente della Pesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento