Cronaca

Risse e agguati in via del Macello, chiuso il locale etnico dal Questore: riscontrata la presenza di pregiudicati

La decisione presa dopo l'ultimo episodio che hanno determinato un giustificato allarme sociale

Dopo l'ennesima rissa tra clan stranieri, molto probabilmente per il controllo delle piazze di spaccio, con tanto di lancio di sassi e bottiglie - con i passanti e residenti in fuga dal parcheggio condominiale - il Questore di Perugia Antonio Sbordone, ha deciso di chiudere il locale etnico sotto le logge di via del Macello per 30 giorni dopo aver accertato - per l'ennesima volta - la presenza di spacciatori, irregolari e pregiudicati vari come clienti.  L’esercizio era stato inoltre recentemente chiuso per la violazione delle normative anticontagio Covid -19. Inoltre, in almeno due episodi occorsi nell’anno 2021, il locale etnico di via del Macello si è visto direttamente coinvolto da gravi episodi di violenza, che hanno determinato un giustificato allarme sociale.

"Il provvedimento - si legge nella nota della Questura - trova ampia motivazione in diversi episodi che lo hanno visto al centro di fatti che hanno destato allarme negli abitanti della zona. L’esercizio era di fatti da tempo attenzionato e oggetto di ripetuti controlli effettuati dalle forze di polizia all’interno e nei pressi dello stesso, nel corso dei quali era stata più volte riscontrata la presenza di pregiudicati e di soggetti protagonisti di episodi di disturbo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse e agguati in via del Macello, chiuso il locale etnico dal Questore: riscontrata la presenza di pregiudicati

PerugiaToday è in caricamento