menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comodamente seduto ai tavoli del bar "riceve" clienti per vendere eroina

Per la Squadra Mobile si tratta di uno dei tanti "stranoti" pusher che operano nell'area di Fontivegge arrivati con un permesso umanitario. Si tratta del 4 arresto in meno di 3 anni

Quarto arresto dal 2011 - data del suo ingresso in Italia via Lampedusa - ad oggi per un pusher tunisino B.R.K che era stato anche beneficiato del permesso di soggiorno per motivi umanitari dallo Stato Italiano. Non ha fatto in tempo a scontare una pena - ridotta . a 2 anni e 4 mesi nell'ambito dell'inchiesta Termopili condotta dalla Squadra Mobile di Perugia. Lo straniero è stato ribeccato mentre cedeva dosi di eroina ad una coppia di perugini bello seduto su dei tavolini esterni di un bar nella zona di via del Macello.

Gli agenti lo tenevano d'occhio da settimane perchè erano risaliti, per l'ennesima volta, ad un fiorente traffico di droga - molti i clienti affezionati - che aveva lui come terminale. La condotta criminale, dopo l'ennesimo tintinnare di manette, dovrebbe portare ad un provvedimento di espulsione anche in virtù del fatto che alla fine del 2012 era stato stracciato il permesso di soggiorno per scopi umanitari a causa della sua condotta criminale. Nei prossimi giorni dovrebbe scattare l'allontamento dal Paese via centro espulsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento