Soldi da restituire, poi la lite, la rapina e un pugno in faccia: 38enne arrestato, l'altro in ospedale

Una somma di denaro da restituire, sarebbe stata quindi la miccia della lite, poi degenerata. L'uomo ha avuto una prognosi di 25 giorni, l'altro è stato processato per direttissima

Una lite per un debito degenerata, un uomo finito in ospedale con 25 giorni di prognosi e l'altro arrestato con l'accusa di rapina e lesioni personali. Sono i contorni della vicenda accaduta nella serata di ieri, giovedì 18 ottobre, in zona Cortonese.

Da quanto si apprende i due uomini, un nigeriano di 38 anni, regolare in Italia e un cittadino italiano di circa 50 anni, avrebbero iniziato una discussione per dei debiti insoluti. Una somma di denaro da restituire, sarebbe stata quindi la miccia della lite degenerata. A quel punto lo straniero, avrebbe colpito con un pugno in faccia l'uomo per poi sfilargli il cellulare e un paio di occhiali. 

Scattato l'allarme alle forze dell'ordine, gli agenti della Volante una volta arrivati sul posto hanno rintracciato l'autore dell'aggressione e lo hanno tratto in arresto in attesa del processo con rito direttissimo che si è celebrato questa mattina. Il giudice ha disposto per il 38enne l'obbligo di firma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • Arresti per 'ndrangheta, la cosca perugina faceva paura: "Basta una mia parola e si pisciano addosso"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento