Cronaca

Fendi, Louis Vuitton, Lacoste: il tarocco non passa mai di moda, venditore a processo

Un blitz delle fiamme gialle, durante un controllo, sequestrò ad un venditore ambulante borse, giacche, magliette, griffate ma fasulle. Ora dovrà rispondere di ricettazione e contraffazione

E' stato denunciato a piede libero dalla Guardia di Finanza per ricettazione e per aver introdotto nel commercio merce con segni contraffatti. E' così che un uomo residente in Umbria, ma originario del Camerun è finito sotto processo dopo che un blitz delle fiamme gialle avevano sequestrato un cospicuo numero di abbigliamento e borse all'interno di una mercato a Città di Castello.

Tutto inizia come una normale giornata di lavoro, in un mercato nelle vie del paese: il venditore ambulante è in procinto di inziare a sistemare la sua bancarella,. all'interno di un borsone ha tutta la merce pronta per essere venduta. Ma durante un controllo, qualcosa va storto,

Nulla di quei capi, dai marchi griffati e di alta  moda, avevano un documento atto a dimostrare che l'imputato li avesse acquistati da qualche rivenditore. Nessuna partita iva, ma soprattutto, nessuna spiegazione di quelle borse super griffate Fendi, Louis Vuitton, Monclear. E ancora, magliette Lacoste, portafogli, giacche di Napapijri, solo per citarne alcune.

Ad un primo sguardo, come raccontato oggi  in aula da un testimone, sembravano assolutamente vere, "tali da ingannare qualsiasi acquirente". Ma, vista la ingiustificata possessione, sono state sequestrate per essere sottoposte a perizia e svelarne una loro eventuale contraffazione. Dalle indagini effettuate, tutta la merce però risultò contraffatta, e l'uomo fu denunciato. Per l'imputato, difeso dall'avvocato Gabriele Stafficci, si è aperto un lungo procedimento penale (i fatti risalgono al 2009); il giudice ha rinviato tutto alla prossima udienza per l'ascolto dei testi residui del Pm e l'eventuale discussione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fendi, Louis Vuitton, Lacoste: il tarocco non passa mai di moda, venditore a processo

PerugiaToday è in caricamento